iCloud Drive arriva prima per gli utenti Windows che per quelli Mac

In concomitanza con iOS 8 è possibile attivare iCloud Drive, una funzione che vedremo supportata in OS X con l'arrivo del futuro OS X 10.10 Yosemite ma che gli utenti di PC con Windows possono già sfruttare scaricando l'ultima versione del pannello di controllo

icloud

Se volete usare iCloud drive subito, è meglio avere Windows ch Mac. Questa la conclusione cui si giunge vedendo che con il lancio di iOS 8 la funzione è già disponibile praticamente pienamente a chi ha un PC con Windows 7 e 8 cui, al contrario degli utenti Mac che dovranno attendere Yosemite per usarlo anche sul computer, basta scaricare  l’ultima versione del pannello di controllo Se avete un iPad o un iPhone con iOS 8 e usate un PC con Windows potete dunque attivare senza problemi iCloud Drive quando richiesto e sfruttare il nuovo sistema di archiviazione.

Con iCloud Drive è possibile accedere a tutti i file iCloud da iPhone, iPad. Quando si apportano modifiche su un dispositivo, la versione più aggiornata del documento appare sugli altri dispositivi. Il sistema usa o spazio di archiviazione iCloud dell’utente (i primi 5GB sono gratuiti).

In OS X 10.10 Yosemite, lo ricordiamo, iCloud Drive sarà integrato nel Finder permettendo di archiviare in sicurezza file di qualsiasi tipo in iCloud. Il sistema funzionerà alla stregua di qualsiasi altra cartella sul Mac, permettendo quindi di trascinare dentro i documenti, organizzarli con le cartelle e Tag e cercarli utilizzando Spotlight.

iCloud Drive su WIndows