I corsi Apple Everyone Can Code ora accessibili agli studenti con disabilità

Everyone Can Code per disabili

Il programma Apple Everyone Can Code per imparare a sviluppare app è all’altezza del suo nome: ora è accessibile agli studenti non vedenti, non udenti e con disabilità motorie

Everyone Can Code è davvero per tutti: i corsi Apple dedicati agli studenti per imparare a programmare, già adottati da oltre 70 istituti e università, sono accessibili anche agli studenti non vedenti e non udenti, così come quelli con altre disabilità, come chi ha ad esempio problemi con l’attività motoria. L’annuncio arriva da Cupertino in occasione della giornata mondiale della accessibilità, in contemporanea con il rinnovo della home page dei siti web di Apple in tutto il mondo, Italia inclusa, con una nuova sezione dedicata all’argomento.

Dell’iniziativa Everyone Can Code abbiamo già parlato in diverse occasioni, a partire dal lancio di Apple con l’annuncio a gennaio. Si tratta di un programma di formazione Swift nato come un ebook gratuito (qui la guida per gli insegnanti) che si prefigge di insegnare a sviluppare le applicazioni per iPhone, iPad e Mac, con corsi, lezioni, esercitazioni pratiche pensati in formati e contenuti adatti fin dalle scuole di infanzia, passando per elementari, medie e superiori fino ad arrivare a corsi completi per college e università.

Everyone Can Code per disabili

In base a quanto si apprende, a partire dal prossimo autunno il corso sarà esteso in otto scuole americane frequentate da studenti con disabilità, nello specifico presso:

  • California School for the Blind (Fremont, California)
  • California School for the Deaf  (Fremont, California)
  • District 75 / Citywide Programs, New York City Department of Education  (New York, NY)
  • Scuola Florida per non udenti (St. Augustine, FL)
  • Hadley Institute for the Blind and Visually Impaired (Winetka, IL)
  • Perkins School for the Blind (Watertown, MA)
  • Texas School for the Blind and Visually Impaired (Austin, Texas)
  • Texas School for the Deaf (Austin, TX)

Apple rileva che il programma sfrutta pienamente le numerose funzioni di accessibilità già progettate dall’azienda e integrate di serie in tutti i suoi sistemi operativi, computer e dispositivi, con opportuni adattamenti per meglio rispondere alle necessità del corso. «Le scuole proporranno lezioni usando l’innovativa tecnologia di accessibilità Apple, che ha cambiato la vita di milioni di persone con disabilità visive, uditive, motorie, cognitive o di altro tipo».

Everyone Can Code per disabili

Per rendere i corsi Everyone Can Code accessibili agli studenti con disabilità, Cupertino ha collaborato con ingegneri, educatori e programmatori. Nello specifico verranno forniti anche strumenti e risorse aggiuntivi, come ad esempio mappe tattili per migliorare la comprensione degli ambienti di sviluppo per gli utenti non vedenti.

Per Tim Cook «La missione di Apple è rendere i prodotti il più accessibili possibile. Abbiamo creato Everyone Can Code perché crediamo che tutti gli studenti meritino l’opportunità di imparare il linguaggio della tecnologia. Speriamo di portare Everyone Can Code a più scuole in tutto il mondo al servizio degli studenti con disabilità».

Parallelamente all’annuncio, Apple ha organizzato eventi in tutto il mondo per promuovere l’accessibilità e insistere sul fatto che la tecnologia può essere di supporto a tutte le persone con disabilità. Per tutto il mese di maggio, i negozi Apple ospiteranno eventi e sessioni relative all’accessibilità: per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina del sito web Apple dedicata all’accessibilità.