In un concept iPhone diventa un telefono più facile da usare

Un designer immagina un ipotetico dumbphone di Apple, un iPhone semplice e lineare che eliminerebbe le distrazioni in favore di una vita sociale più intensa

iDot

Gli smartphone hanno un ampio display che permette di fare un sacco di cose: contare i passi, riprodurre la musica, navigare sul web, sbirciare le Mappe e tutto il resto. Sono smart, come smart è l’iPhone, tuttavia in qualche caso tutte queste possibilità possono tradursi in una eccessiva complicazione che ostacola. Ecco che quindi c’è chi immagina uno smartphone non troppo smart, l’idiotphone

L’idea tra il bizzarro e il (molto) ironico è del designer Martin Hajek che ha presentato un concept di un iPhone privo di tutte le caratteristiche per cui lo conosciamo, trasformato in un “dumbphone”, un telefono tonto, battezzato con un nome abbastanza esplicativo: iDot che suona, pronunciandolo, come un storpiatura di “idiot”, facile da comprendere anche da chi non sa l’Inglese.

Dal disegno emerge l’ispirazione al telecomando della nuova Apple TV, con una bella tastiera numerica e fisica che si staglia nella parte bassa del telefono, stile “telefono del nonno” anzi del bisononno, visto che oggi molti nonni non disdegnano Whatsapp e navigazione in Internet su smartphone.

Ciò che ne consegue è un iPhone al contrario, un telefono che non fa nulla o quasi di quel per cui è disegnato iOS, ma che riesce ugualmente a rendersi interessante ed elegante. Come è giusto che sia quando l’obiettivo è ‘ridurre all’essenziale’, mancano la fotocamera, la connessione ad Internet e la possibilità di installare applicazioni di terze parti; in pratica, come più di dieci anni fa, è un telefono che semplicemente invia e riceve messaggi, quando l’utente è sufficientemente esperto dall’usare la tastiera in stile T9, e telefonate.

Si tratta di un concept, niente di reale o che si trovi quindi in cantiere nei laboratori di Cupertino, e studiato con un occhio di riguardo all’ironia, tuttavia aiuta un po’ riflettere su quanto un dispositivo del genere, sebbene non sia assolutamente popolare nel mondo connesso che conosciamo oggi, potrebbe fare contenti coloro che con gli smartphone litigano ogni giorno e addirittura rinunciano ad usarli per le complicazioni che presentano. Probabilmente se fosse messo in produzione, basterebbe far sì che non richiamasse il concetto di idiozia per farne un piccolo successo commerciale e fare contenti molti.

iDot