Nel 2016 Apple investirà pesantemente in realtà virtuale e realtà aumentata

Apple non resterà a guardare il nascente mercato della realtà virtuale e della realtà aumentata. Secondo un analista nel 2016 Cupertino investirà massicciamente sia con progetti e risorse interni che con acquisizioni

La mela lucida, su fondo metallico in color oro

Numerose società puntano alla realtà virtuale e a quella aumentata per un mercato nuovo ma promettente che inizierà nel 2016: secondo un analista Apple non resterà a guardare. Secondo Daniel Ives di FBR & C. la multinazionale di Cupertino adotterà una strategia molto aggressiva per cogliere opportunità in questo nuovo settore.

Per Ives la realtà virtuale e quella aumentata rappresentano la “Prossima progressione naturale nell’elettronica di consumo” come riportato da AppleInsider e, nel caso specifico di Apple, una scelta e uno sviluppo naturali per l’ecosistema iPhone. Mentre Oculus, Samsung, Microsoft, HTC e altri hanno da tempo annunciato dispositivi e prodotti per questo nascente mercato, Apple non ha ancora anticipato nulla, ma già da diversi anni si sta muovendo in questo settore.

Apple Inc.
Nel 2013 Apple ha acquistato PrimeSense specializzata in hardware e software per il rilevamento dei movimenti del corpo e delle gesture aeree. A maggio di quest’anno Apple ha comprato Metaio uno degli sviluppatori più noti e apprezzati in ambito realtà aumentata, infine a novembre ha comprato Faceshift per la tecnologia in grado di riprodurre espressioni umane su caratteri virtuali, impiegata anche nell’ultimo film di Star Wars. Tutto questo senza contare numerosi brevetti depositati nel campo della realtà virtuale e aumentata, più le indiscrezioni circa l’esistenza di un piccolo team interno in Apple dedicato proprio a queste tecnologie.

In ogni caso storicamente Apple non è mai stata tra le prime a compiere passi in nuovi mercati. Come è successo per iPod, iPhone e iPad Cupertino ha quasi sempre preferito osservare mercato e dispositivi per poi entrare in scena con una offerta qualitativamente superiore per design, esperienza utente ed ecosistema. Se questo si ripeterà  occorrerà attendere tempo prima di una mossa concreta di Apple nella realtà aumentata e virtuale.

quartier generale apple cupertino