Il piccolo schermo non sarà più lo stesso: con Mosaic la serie tv è in un’app

Mosaic è l’app  di David Soderbergh che porta le serie tv su iPhone e iPad: sei puntate in cui chi guarda può decidere con pochi tap la svolta della trama.

Una miniserie tv, una trama da definire con lo spettatore, un grande regista e un’app. Sono questi gli ingredienti di Mosaic, l’app  di David Soderbergh che porta il piccolo schermo sullo smartphone e il tablet come nessun’altra televisione ha mai fatto prima: sei puntate interattive, in cui chi guarda può intervenire nel destino dei protagonisti e scegliere con pochi tap la svolta della trama della puntata seguente.

La serie tv è un giallo e gli spettatori si troveranno di fronte all’indagine sull’omicidio di Olivia Lake, una celebrità, e potranno vedere la storia da punti di vista differenti e trovarsi di fronte ad approfondimenti e nuovi indizi. E tutto attraverso un’app, già disponibile sullo Store statunitense e al momento non è disponibile su altri Store.

Per chi ama le serie tv, Mosaic offre l’opportunità di un giusto approfondimento di ciascuna puntata e del personaggio preferito: l’app consente infatti a chi segue i minifilm di scegliere la prospettiva con cui vivere un certo momento della serie tv, scoprire la storia dei personaggi attraverso messaggi vocali, email, report, videoclip e poi rivedere ogni filmato cambiando la prospettiva.

L’eccezionalità del progetto di questa app, voluto dal regista David Soderbergh e dalla HBO, sta tutta nella proposta: si tratta di un approccio nuovo alla visione delle serie tv consentito dall’evoluzione tecnologica e dalla diffusione di una cultura digitale che è sempre più pervasiva nella vita quotidiana di ciascuno. Potrebbe sembrare semplicemente l’evoluzione hi-tech di un librogame degli anni Ottanta, ma a cambiare ora sono il mezzo e i destinatari.

Non una semplice storia, ma sette ore di serie tv interattiva con approfondimenti e materiali da consultare, da offrire a un pubblico esigente cui interessa dedicare il proprio tempo libero a contenuti di qualità. In un’intervista a Wired, gli autori che hanno lavorato con Soderbergh alla realizzazione della serie e dell’app, hanno rivelato dettagli interessanti sul making of, durato un paio d’anni, costato circa 20 milioni alla HBO, e sui progetti futuri, già – stando alle loro dichiarazioni – in cantiere.

La serie è interpretata da Sharon Stone, Garret Hedlund, Jennifer Ferrin, Paul Reubens, Devin Ratray, Frederick Weller e Beau Bridges. Regista è il premio Oscar Steven Soderbergh. La miniserie, oltre che attraverso l’app, sarà visibile il prossimo anno anche sul canale tv HBO.