Il primo Apple Store del mondo, presentato da Jobs nel 2001 non sarà ristrutturato

Il primo Apple Store, quello presentato da Steve Jobs, non si tocca: documenti trapelati in rete lasciavano presagire una ristrutturazione, ma non sarà così.

L’Apple Store presentato da Jobs nel 2001 non sarà ristrutturato

Nelle scorse ore una documentazione interna trapelata in rete aveva lasciato intendere che il primo Apple Store del mondo, quello presentato da Jobs nel 2001, fosse ormai prossimo ad una profonda ristrutturazione. Non sarà così, anche se qualcosa cambierà.

Il primo negozio della Mela, ricordiamo, ha aperto i battenti il ​​19 maggio 2001 presso il centro commerciale Tysons Corner Center a McLean, in Virginia, vicino a Washington DC. Alcuni documenti depositati presso il Dipartimento di pianificazione e suddivisione nelle zone di Fairfax County, in Virginia, avvistati da MacRumors, avevano lasciato intendere che le porte dello store potessero chiudersi per qualche settimana, per consentire stravolgimenti estetici. Non sarà così, invece.

Ed infatti, a ben guardare i documenti depositati, si scopre che i lavori di ristrutturazione i saranno sì, ma limitati alla stanza ricreativa. Insomma, l’effetto nostalgia continuerà ad essere vivo e vegeto, in quel primo Store che nel 2001 venne presentato da Steve Jobs, immortalato nel filmato che proponiamo di seguito.

In molti avevano visto l’apertura del negozio come una mossa rischiosa per Apple, anche se già dalla sua inaugurazione erano circa 500 le persone in fila all’Apple Tysons Corner, prefigurando le lunghe code che si sono ripetute in seguito per il lancio di ogni iPhone.

Insieme al negozio Apple di Glendale, in California, che ha aperto lo stesso giorno, i due negozi hanno accolto oltre 7.700 persone e venduto un totale di 599.000 dollari in merchandise solo durante il loro primo weekend di vita.

L’Apple Store presentato da Jobs nel 2001 non sarà ristrutturato

Ad ogni modo, l’originario store ha già ricevuto un lifting almeno negli anni 2000, perdendo il suo iconico ingresso nero con due loghi Apple, che rimane in uso in soli tre negozi: Tice’s Corner , Southpoint e Cherry Creek.

Apple ha rinnovato dozzine di negozi in tutto il mondo dal 2015, un’iniziativa guidata dal capo design Jony Ive e da quello delle vendite al dettaglio Angela Ahrendts, che ha dato vita all’idea di negozio come piazza, all’interno delle quali creare ampi spazi aperti con tavoli e scaffali in legno di sequoia, e grandi schermi video 8K per eventi in-store.