fbpx
Home ViaggiareSmart Intel Mobileye, in arrivo il servizio di consegna senza conducente

Intel Mobileye, in arrivo il servizio di consegna senza conducente

Mobileye, l’azienda di Intel che si occupa di tecnologie legate ai veicoli autonomi, ha annunciato una partnership con la startup Udelv per la creazione di una flotta di veicoli a guida autonoma. Le aziende prevedono entro il 2028 lo schieramento di 35.000 “Transporter” costruiti da Udelv, i quali ovviamente useranno tecnologie per la guida autonoma di Mobileye.

I primi 1000 Transporter saranno impiegati in collaborazione con Donlen, azienda che si occupa di fleet management (gestione flotte di veicoli) e che sarà il primo cliente delle due aziende prima citate.

I Transporter – furgoni a zero-emissioni (elettrici) e guida autonoma – sono pensati per risolvere il problema delle consegne nell’ultimo miglio, l’aspetto più costoso della distribuzione. Secondo Intel i volumi di traffico che riguardano queste consegne cresceranno dal 75% all’80% entro il 2030 per via della continua crescita dello shopping online, al punto da richiedere il 36% in più di veicoli per queste attività.

Intel Mobileye, servizio di consegna senza conducente nel 2023

Il sistema Mobileye Drive che sarà installato a bordo dei van consiste i 13 videocamere, tre sensori LiDAR a lungo raggio, sei sensori LiDARs a corto raggi; tutto l’hardware è gestito dal system on a chip “EyeQ” di Mobileye. Il risultato finale di questo insieme di tecnologie è un sistema di guida autonoma di livello 4. La suddivisione nel settore, lo ricordiamo, è fatta per livelli: si parte dal livello 0 “nessuna autonomia” (l’autista guida completamente senza l’aiuto del sistema di guida assistita), fino ad arrivare al livello 5, quando il veicolo si muove in completa e totale autonomia, ovvero senza ausilio del guidatore.

Il livello 4 (“alta automazione”) precede la guida autonoma e permette al veicolo di procedere in modo autonomo per la maggior parte dei viaggi; un autista deve tuttavia essere in grado di guidare per poter assumere la guida in caso di necessità (qualora il guidatore ignori gli avvisi di pericolo, il sistema ha il potere di condurre il veicolo in sicurezza, ad esempio fermandolo). Non ci sarà in questo caso un conducente a bordo ma per motivi di sicurezza i veicoli in questione potranno essere gestiti da remoto (in caso di necessità un operatore potrà in qualunque momento intervenire).

Dopo il completamento dei test, i veicoli dovrebbero diventare completamente autonomi (si potrà fare a meno di volante e pedali e il veicolo sarà in grado di assumere tutte le funzioni di guida), aprono nuove possibilità di mobilità per tutti (incuse le persone con disabilità). Prima di arrivare a questo livello, è necessario concentrarsi sui centri cittadini e le zone limitrofe.

Udelv è una delle poche aziende nel settore che non è stata ancora acquisita da big del settore. Si è finora occupata su van modificati per la guida autonoma, testati negli ultimi anni in diverse città USA  come Oklahoma City e nell’area metropolitana di San Francisco. Udelv afferma di aver già portato a termine 20 mila consegne con i suoi veicoli autonomi.

Per tutti gli articoli di macitynet che trattano di automobili, veicoli elettrici e mobilità smart rimandiamo alla sezione ViaggiareSmart del nostro sito.

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro prezzo top: solo 194 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano ad un ottimo prezzo: solo 194 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,811FansMi piace
93,093FollowerSegui