Intel arriverà ai 10 nanometri in due fasi? Dopo Cannon Lake svela Ice Lake

Mossa inusuale per Intel che, pur non avendo ancora fornito dettagli sui primi processori a 10 nanometri Cannon Lake, ha già svelato Ice Lake, nome in codice delle CPU a 10nm di seconda generazione

Intel

Il 21 agosto Intel presenterà la famiglia di processori Intel Core di ottava generazione nome in codice Coffee Lake, ma con una mossa inusuale l’azienda ha già cominciato a svelare alcuni dettagli sui futuri chip costruiti con tecnologie a 10-nanometri,  “Ice Lake”, successori dei Coffee Lake a 14-nanometri e “Cannon Lake” a 10 nanometri.

Alcuni dettagli su quella che in pratica sarà la nona generazione di processori sono stati indicati sulla pagina web di Intel che elenca i nomi in codice dei vari processori, spiegando che «La famiglia di processori Ice Lake rappresenta il seguito dell’ottava generazione di processori della famiglia Intel Core – e che – Utilizza il processo di costruzione all’avanguardia 10 nm+». Si tratta quindi di una tecnologia a 10 nanometri migliorata. Il sito AnandTech fa notare come la mossa di rivelare in anticipo questa famiglia di processori sia strana per Intel: il costruttore infatti non ha ancora rivelato dettagli relativi a Cannon Lake, i primi chip costruiti con tecnologie a 10nm, e Intel fa già riferimento agli Ice Lake come seguito degli ancora non annunciati Coffe Lake, contribuendo a fare confusione nella serie di processori e su come inquadrare i Cannon Lake.

Tabella processori Intel

Gli attuali processori Intel Core di settima generazione (nome in codice Kaby Lake), sono l’evoluzione dell’architettura Skylake e sono basati sul processo produttivo indicato dal costruttore come 14 nm+: costituiscono in pratica una generazione di miglioramenti e ottimizzazione dell’architettura rispetto alle CPU precedenti. I processori Kaby Lake sono quelli che Apple ha adottato nei MacBook e anche negi iMac di ultima generazione introdotti a giugno durante la WWDC17.

Anche per le prossime CPU Coffee Lake che saranno presentate il 21 agosto, Intel impiegherà ancora la tecnologia produttiva a 14 nanometri, indicata come 14nm++, quindi un ulteriore processo di miglioramento e ottimizzazione degli Skylake, ma l’azienda ha deciso diminuire le soluzioni dual-core concentrandosi su architetture quad o sei-core nei modelli di punta. Ma mentre finora la maggior parte delle famiglie di processori includeva modelli sia per notebook che per desktop, ora sembra di capire che Cannon Lake, i primissimi chip Intel a 10 nanometri potrebbero arrivare solo nella versione per computer portatili, mentre i modelli per computer desktop potrebbero arrivare solo in un secondo tempo con la generazione Ice Lake a 10nm+.

Questa soluzione che rischia di creare qualche confusione, sembra dovuta a esigenze di produzione: per i primi processori a 10 nanometri Cannon Lake, probabilmente in arrivo nel 2018, Intel potrebbe limitare la produzione ai modelli per notebook che hanno una superficie più compatta, e quindi più indicati per realizzare grandi volumi in presenza di nuove tecnologie e procedimenti che inizialmente hanno una bassa resa di produzione; successivamente, quando impianti e tecnologie a 10 nanometri saranno perfezionati e la resa aumenterà, Intel darebbe il via alla produzione dei modelli Ice Lake, con processori più grandi per computer desktop che potrebbero arrivare nel 2018 o nel 2019.

L’accelerazione di Intel e i cambi di programma sulla tabella di marcia dei processori è attribuita da numerosi osservatori alla accresciuta concorrenza da parte di AMD, con la recente generazione di processori Ryzen che offrono prestazioni elevate a prezzi competitivi. Ne sapremo di più sulla tabella di marcia di Intel verso i 10 nanometri nei prossimi mesi: è probabile che il costruttore di processori offrirà ulteriori dettagli già durante la presentazione in programma per il 21 agosto oppure in occasione dell’IFA che inizia a Berlino alla fine di agosto. Macitynet sarà presente nella fiera di elettronica di consumo europea, una delle più importanti al mondo insieme al CES, con i suoi inviati per fornire ai lettori news, reportage, fotogallerie e video di tutte le principali novità.