Kindle Italia: la prima prova di Macitynet

Macitynet a distanza di poche ore dal lancio della versione italiana del Kindle per il mercato Italiano (in vendita su Amazon.it a 99 euro), mette le mani su uno dei primi modelli disponibili, fa un giro di prova e vi fornisce le sue impressioni corredate da una ricca galleria fotografica.

Kindle Italia: la prima prova di Macitynet
Confezione minimal per il nuovo Kindle di Amazon. La versione italiana da 99 euro arriva in un pacchetto poco più grande dell'apparecchio stesso e molto leggero

Visto e provato. Il nuovo Kindle (in vendita su Amazon.it a 99 euro), non appena apre in Italia il negozio digitale per l’acquisto dei libri in formato elettronico di Amazon, è pronto per essere testato da Macitynet. Abbiamo fatto un test rapido ed essenziale, con l’esperienza di aver utilizzato già in passato come strumento di lettura elettronica un buon numero di reader di terze parti oltre alla prima e terza generazione di Kindle con tastiera.

Il nuovo modello si presenta in una confezione classica di stile Amazon, cartone grosso, apertura a strappo facile ma “insanabile”, dotazione essenziale al massimo. C’è praticamente solo un foglietto di istruzioni “minimal” in inglese, il cavetto per la connessione, l’apparecchio in bella evidenza con una pellicola di plastica a proteggere lo schermo E Ink.

In questo genere di apparecchi non c’è regolazione del contrasto o altro. A disposizione ci sono adesso solo i pulsanti laterali accoppiati per girare le pagine (avanti/indietro da entrambi i lati per facilitare qualsiasi tipo di impugnatura), i quattro pulsanti sotto lo schermo e la croce di comando con il bottone centrale. L’accensione è sulla cornice, in basso, accanto alla presa micro-Usb e al led che dice quando abbiamo acceso o spento l’apparecchio.

All’accensione (l’apparecchio fornito da Amazon era stato preconfigurato con il nostro account di Kindle) l’apparecchio è già settato sull’italiano e pronto all’uso. Accedendo la wireless e pareggiandola con la rete di casa è subito possibile accedere al proprio “deposito” dei libri già comprati con Amazon Kindle in precedenza oppure fare shopping. Si apre adesso il negozio italiano e, quando ci si collega sul web al sito di Amazon/Kindle dal computer, se si era titolari di un account americano o inglese viene chiesto se si vuole fare la migrazione. I libri già acquistati non si perdono, mentre si ha accesso al negozio italiano (diversamente, si rimarrebbe bloccati su quello in lingua inglese).

Rispetto agli apparecchi precedenti, la nuova versione di Kindle è sostanzialmente più veloce. Ci si muove rapidamente da una pagina all’altra, e il nuovo sistema di refresh parziale senza i “flash neri” lascia ombre appena percepibili sullo schermo. Comunque, si possono togliere facilmente riattivando la funzione nei menu dei settaggi.

A farla da padrone è il peso, molto contenuto, e la maneggevolezza davvero notevole. Nei prossimi giorni chi scrive deve partire per viaggi di lavoro e avere in tasca questo Kindle sarà probabilmente il test d’uso migliore. Intanto, vale da notare che la mancanza di una tastiera fisica non è assolutamente un problema, a meno che non si voglia passare il tempo a digitare appunti sul Kindle (pratica sostanzialmente inutile oltre che sconsigliabile).

Il vero neo è che non è possibile migrare le playlist di libri create in precedenza su un altro apparecchio né migrare comodamente i documenti di terze parti (cioè non comprati sullo store di Amazon) dal vecchio al nuovo apparecchio. Ci vorrà un po’ di tempo per rimettere tutto in ordine, ma sarebbe stato meglio se ci fosse stata una opzione di “migrazione” più sofisticata e completa. Comunque, visto che per la maggioranza degli italiani questo Natale il Kindle sarà una novità inedita, il problema ancora non si pone.

Raccomandiamo a tutti quelli che volessero acquistarlo di utilizzare un software di terze parti per la gestione dei documenti su Kindle: Calibre (open source e gratuito) per Mac e Pc è il migliore in assoluto per tutti i tipi di lettori di eBook, un vero iTunes per i libri.

Qui sotto una galleria con le immagini dell’unboxing e tutti i dettagli della versione italiana.