iPhone XI nei rendering con lunotto sensori ultra sottile, è anche Dual SIM

L’erede di iPhone X mostrato in alcuni rendering che, sulla base delle anticipazioni, tentano di immaginare il futuro iPhone XI. Oltre a lunotto sensori e cornici super sottili, spiccano la fotocamera posteriore senza sporgenze e persino una versione Dual SIM

Apple presenta le novità solo quando sono pronte e complete: l’assenza di anticipazioni ufficiali porta a una marea di indiscrezioni e anche a una corposa produzione di concept e rendering, come ora avviene per l’ipotetico iPhone XI.

Da settimane Ming Chi Kuo ha anticipato alcune delle novità estetiche del successore di iPhone X e per rendere ancora più chiare le possibili novità in arrivo, iDropNews ha pensato bene di realizzare dei rendering 3D.


Le immagini mettono innanzitutto in evidenza il minore ingombro dell’intaglio nero che accoglie i sensori per Face ID su iPhone X, il lunotto sensori che tanto ha fatto parlare di sé ancora prima del lancio effettivo del terminale. Secondo l’affidabile analista di KGI l’evoluzione tecnologica messa a punto da Apple farà sì che molti di questi sensori potranno essere infatti incorporati nella fotocamera anteriore, risparmiando così prezioso spazio in favore di una maggiore porzione del display.


A subìre un assottigliamento di cui beneficerà ancora una volta lo schermo, saranno anche le cornici, già piuttosto ridotte in iPhone X ma quasi inesistenti nell’ipotetivo iPhone XI. Ma forse la modifica più inattesa – e probabilmente maggiormente apprezzata dai consumatori – riguarderà la fotocamera posteriore che, dopo cinque anni, dovrebbe eliminare ogni sporgenza tornando ad essere a filo perfetto con lo chassis.

iPhone XI

I rendering mostrano anche una versione di iPhone con doppio slot SIM, modello probabilmente dedicato al mercato indiano e a quelli asiatici, dove questa caratterstica è praticamente obbligatoria nei terminali top di gamma ma non solo. Difficile infatti pensare che possa trovare spazio in America o in Europa, specialmente in considerazione del fatto che Apple da anni starebbe lavorando con gli operatori telefonici per eliminare definitivamente la scheda SIM (recuperando spazio per altri componenti) in favore di una scheda virtuale, evoluzione già parzialmente messa in atto con il più recente Apple Watch LTE.

Ad ogni modo per le modifiche di iPhone, Kuo punta comunque al 2019 piuttosto che all’anno in corso perciò probabilmente quest’anno, dal punto di vista estetico, ci troveremo di fronte ad una minore evoluzione di iPhone X. La direzione intrapresa da Apple è comunque ben delineata: il futuro sarà uno smartphone tutto-schermo.