Le occasioni mancate di Apple: MacBook Pro con super batteria e MacBook 12” agli steroidi

Problemi interni hanno impedito l'arrivo di novità più eclatanti: tra le occasioni mancate di Apple nel 2016 MacBook Pro con super batteria, un upgrade più muscoloso di MacBook 12" e altro ancora

nuovo macbook 12 1200 1

La situazione del Mac Team di Cupertino è tutt’altro che rosea e questo ha impedito di introdurre novità più eclatanti: Bloomberg offre un report dettagliato delle occasioni mancate di Apple nel 2016 ed è una lettura in grado di amareggiare soprattutto gli appassionati Apple di lunga data, quelli che sono nati e sopravvissuti per anni con un Mac, anche negli anni più bui della società.

La testata statunitense indica fonti all’interno di Cupertino: naturalmente si tratta di voci riportate ma la quantità e la precisione dei dettagli forniti lascia supporre che si tratta di informazioni di prima mano e se non attendibili al 100% senza dubbio decisamente credibili.
nuovomacbookpro740kkkTra le occasioni mancate di Apple nel 2016 quella che forse brucia di più è per un MacBook Pro 2016 con super batteria e super autonomia. Invece delle batterie di forma squadrata e standard impiegate sul modello finale, era stata progettata una variante con nuovi accumulatori ad alta capacità modellati sui componenti interni, per sfruttare ogni minimo spazio disponibile. Purtroppo le battere sperimentali non hanno superato un test critico e Apple ha deciso di non posticipare ulteriormente il lancio, adottando un design precedente con batterie standard.
macbook-pro-15-2016-smontato-2Diversi ingegneri dell’hardware Mac sono stati assegnati a questo progetto causando ritardi ad altri prodotti in corso di sviluppo. Non solo: questo cambio di piano sarebbe anche collegato al bug ora risolto di macOS che indicava una autonomia residua inconsistente. Infine Apple avrebbe così lanciato sul mercato un notebook che non soddisfa l’obiettivo di super autonomia prefissato all’inizio del progetto.

Ma le occasioni mancate di Apple del 2016 si estendono anche all’upgrade dei MacBook 12”: alcuni ingegneri puntavano all’integrazione del sensore Touch ID e anche di una seconda porta USB-C. Purtroppo nulla di questo è arrivato e Cupertino si è limitata all’upgrade del processore e all’introduzione del nuovo colore oro rosa.

Sempre secondo le indiscrezioni esistevano due progetti concorrenti anche per il primo MacBook 12 del 2015 che assorbivano risorse e ingegneri: un MacBook più leggero e con connettore Lightning denominato internamente Stealth Fighter e un prototipo più pesante e con design meno ambizioso. Come tutti sappiamo Apple ha scelto la variante più lggera che però è arrivata nel 2015, in ritardo rispetto al lancio pianificato nel 2014.

Rimandiamo a questo articolo per ulteriori dettagli sui problemi della divisione Mac di Cupertino emersi nelle indiscrezioni riportate da Mark Gurman, invece a questo articolo per le modeste novità hardware Mac anticipate per il 2017.
macbook 12 usb c icon 700 ok