HomeMacityInternetIl visore AR/VR di Apple non esiste ma Zuckerberg già lo critica

Il visore AR/VR di Apple non esiste ma Zuckerberg già lo critica

Da tempo circolano indiscrezioni secondo le quali Apple ha intenzione di entrare nel settore dei visori AR/VR con un suo dispositivo che dovrebbe vantare display con risoluzione 8K, numerosi sensori di movimento e funzionalità top di gamma.

Mark Zuckerberg, il CEO di Facebook, ha partecipato ad una puntata del podcast  The Information parlando dell’interesse dell’azienda per la Realtà Aumentata la e Realtà Virtuale, e ha anche fatto (seppur non esplicitamente) riferimento a Apple.

Alex Heath di The Information ha chiesto a Zuckerberg della volontà di Facebook di ridurre la sua dipendenza da Apple e Google creando suoi prodotti AR/VR da zero, inclusi chip custom e un suo sistema operativo.

Il CEO di Facebook ha riferito di trovare vincolante i dispositivi mobili e il dover fare affidamento ad altre aziende per stabilire cosa si possa fare con il software. Ha in particolare evidenziato l’impossibilità di portare la piattaforma gaming di Facebook sui dispositivi mobile. “Ci sono cose che penso permetterebbero di creare migliori esperienze social e che non ci è permesso fare. Sui browser desktop abbiamo l’intera piattaforma gaming. Non ci è fondamentalmente permesso di portarla su mobile”. “Vogliamo assicurarci di poter progettare il prossimo sistema in modo da poter effettivamente creare il tipo di esperienza social che vorremmo ci fosse”.

Zuckerberg: Il futuro di Facebook è nei servizi privati ​​e crittografati

A Zuckerberg è stato chiesto anche dei prezzi dei visori AR/VR e il CEO di Facebook ha riferito che l’obiettivo della sua azienda è offrire prodotti al minor costo possibile al fine di permettere a tutti l’acquisto.

Zuckerberg – e qui sembra fare riferimento a Apple e alle indiscrezioni che riferiscono di prezzi intorno ai 1000$ per i futuri visori della Mela – afferma che Facebook è diversa da altre aziende “che sostanzialmente chiedono prezzi elevati come loro modello di business”. “È nella nostra indole provare a offrire questi prodotti al più basso costo possibile per permettere a tutti di averli e, contrariamente ad altre aziende in questo settore che sostanzialmente chiedono prezzi elevati come modello di business, uno dei nostri principi fondamentali è volere servire tutti. Siamo molto concentrati non solo su come creare buoni dispositivi AR e VR ma anche su come fare in modo che costino 300$ anziché 1000$”.

Il CEO di Facebook ha infine fatto riferimento al Pass-through, funzione che consente di uscire al volo dalla VR per accedere a una visualizzazione in tempo reale di ciò che circonda l’utente, sminuendo ad ogni modo questa possibilità che permetterebbe di usare per più tempo i visori. “Non vogliamo probabilmente vivere tanto presto in un mondo con il pass-through VR perché non si può voler rinunciare alla vividezza di ciò che gli occhi sono in grado di vedere realmente”, qualcosa che è solo lontanamente possibile con la VR.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Apple, realtà aumentata e realtà virtuale sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Con Amazon Apple Watch SE per Natale e anche a rate senza interessi e garanzie

Apple Watch SE sconto del 18%, tante versioni al minimo storico

Su Amazon Apple Watch SE scende al minimo storico: 253,25 € per la versione da 41mm
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial