fbpx
Home Macity Sistemi Operativi Microsoft comincia a dire addio a Windows 10 a 32 bit

Microsoft comincia a dire addio a Windows 10 a 32 bit

Windows 10 è da anni disponibile in due varianti: 32 bit e 64 bit. La versione a 64 bit è quella utilizzabile sui computer più recenti, ed è quella consigliata soprattutto quando nel computer è installata una grande quantità di memoria RAM (più di 4 GB). Giacché un sistema operativo a 64 bit può gestire grandi quantità di memoria in modo più efficiente rispetto a un sistema operativo a 32 bit, un sistema a 64 bit può essere più reattivo durante l’esecuzione di diversi programmi nello stesso tempo e il passaggio frequente dall’uno all’altro.

Con il termine dell’era a 32 bit, anche Microsoft – così come già fatto da Apple con macOS Catalina, vuol dire addio ai vecchi processori e con l’update maggio 2020 di Windows 10 comincia a eliminare il supporto per i sistemi più datati. Nelle note dell’aggiornamento di maggio 2020 di Windows 10, si legge: “A partite da Windows 10 versione 2004, tutti i nuovi sistemi WIndows 10 richiederanno l’uso di build a 64 bit e Microsoft non rilascerà più build a 32 bit per la distruzione OEM”. In altre parole, su qualsiasi computer acquistato in futuro con Windows 10 precaricato, sarà presente sempre e comunque la versione a 64 bit di Windows.

Questo non significa che Microsoft non offrirà supporto per i computer sui quali è in esecuzione Windows 10 a 32 bit; l’azienda continuerà a offrire aggiornamenti e patch anche per i sistemi a 32 bit ma chi ha un vecchio sistema e può aggiornarlo, farà bene ad eseguire l’update ai 64 bit, anche per l’impossibilità di indirizzare più di 3,2GB di memoria RAM e funzionalità di sicurezza più stringenti.

Apple ha eliminato del tutto il supporto 32 bit con macOS 10.15 Catalina ma la transizione di Apple verso i 64 bit è iniziata più di dieci anni addietro, con il supporto 64 bit in Mac OS Leopard nel 2007 e con il passare degli anni sono state eliminate dal sistema le app di serie a 32 bit. Apple ha avvisato da anni gli sviluppatori, spiegando che tutti i software futuri dovevano essere sviluppati a 64 bit.

Come faccio a sapere se su un PC è in esecuzione Windows a 32 o 64 bit?

Per eseguire una versione di Windows a 64 bit, il computer deve avere un processore in grado di supportare l’elaborazione a 64 bit. Per scoprire se un PC usa un processore di questo tipo, basta eseguire le operazioni indicate di seguito:

Windows 8 e Window 10

Seleziona il pulsante Start, scegliere Impostazioni > Sistema > Informazioni sul Sistema.
Sulla destra, nella sezione “Specifiche dispositivo” l’informazione è indicata nella riga “Tipo sistema”.

Microsoft comincia a dire addio a Windows 10 a 32 bit

Windows 7

Selezionare il pulsante Start, sceglere Pannello di controllo. Nella casella di ricerca digitare “Sistema” per aprire il resoconto con le informazioni di base relative al computer.

Microsoft comincia a dire addio a Windows 10 a 32 bit
Nella sezione “Sistema”, alla riga “Tipo sistema” è possibile verificare quale sistema operativo è attualmente in esecuzione, e in con supporto per l’elaborazione a 64 bit puoi verificare se è supportata l’esecuzione di una versione di Windows a 64 bit. Se nel computer è già in esecuzione una versione di Windows a 64 bit, con supporto per l’elaborazione a 64 bit non è visibile.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB in forte sconto a 1319 euro; modello da 256 GB a 1049 €

MacBook Air 512 GB al minimo: solo 1289,90 euro

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: 1289,99 euro invece che 1529.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,789FansMi piace
93,853FollowerSegui