Microsoft eredita guai da Nokia, perde un round sui brevetti per smarpthone

Una società del Delaware contesta da anni alcuni brevetti prima a Nokia e ora a Microsoft. L’International Trade Commission ha stabilito che la multinazionale di Windows ha usato brevetti InterDigital nei dispositivi mobili senza permesso

Lumia 640

Microsoft ha perso un round in una battaglia sui brevetti potenzialmente costosa. Lunedi 27 aprile il giudice della statunitense International Trade Commission (ITC) ha stabilito che la multinazionale di Redmond ha usato nei dispositivi mobili brevetti di InterDigital senza il permesso di quest’ultima. Il giudice Theodore Essex ha stabilito che Microsoft ha violato due brevetti concernenti la tecnologia wireless cellulari di proprietà di InterDigital, un concessionario di brevetti, e affermato che non sarebbe contrario al pubblico interesse impedire la commercializzare dei prodotti Microsoft negli Stati Uniti. La decisione del giudice dovrà essere rivista dalla commissione al completo prima che il divieto all’importazione sia promulgato.

L’ITC ha l’autorità di bloccare l’importazione di prodotti che violano brevetti statunitensi. Le società del mondo IT spesso si citano a vicenda presso l’ITC con lo scopo di impedire la commercializzazione e nei tribunali distrettuali per chiedere i danni. InterDigital, una società del Delaware, aveva in precedenza accusato Nokia di violazione di brevetti. Con l’acquisizione della divisione telefonia di Nokia da parte di Microsoft, la diatriba è passata direttamente nelle mani di Microsoft. I brevetti contestati da InterDigital hanno a che fare con meccanismi che consentono di ridurre le interferenze nei telefoni cellulari.

L’ITC aveva originariamente “scagionato” Nokia ma nel 2012 la Corte d’Appello del Circuito Federale, la massima giurisdizione in materia di brevetti negli Stati Uniti, aveva annullato la decisione, rimandando il caso all’ITC. Microsoft ha definito la decisione di lunedì un piccolo passo. “Abbiamo un ragguardevole record di successi nel contestare entità che affermano di detenere brevetti e che usano in modo improprio gli standard del settore” ha spiegato la società in una dichiarazione. Lawrence Shay, Vice Presidente Esecutivo di InterDigital, ha dichiarato che la sua società attende con interesse la “continuazione del dibattito” con Microsoft per il licensing dei brevetti. La commissione al completo si dovrebbe riunire per il riesame a fine agosto.

lumia