Nei Mac mini e MacBook Air 2018 due uscite audio indipendenti

Sui nuovi Mac è possibile gestire l'uscita audio e lo speaker interno sono viste come due dispositivi di output separati. Possibile inviare audio differente all'una e all'altra uscita, senza bisogno di accessori esterni.

icona speaker

I nuovi Mac mini 2018 e MacBook Air 2018 integrano una piccola novità non emersa prima: la possibilità di sfruttare l’uscita audio con due distinti dispositivi di output. Sul blog di Rogue Amoeba – software house che sviluppa varie e interessanti utility audio – è spiegato che sui vecchi Mac, il jack per cuffia e lo speaker interno sono essenzialmente concepiti come porte separate di un singolo dispositivo di output e l’utente può attivare solo una di queste porte allo stesso tempo (o l’una, o l’altra). L’audio può essere dunque inviato o allo speaker interno o al jack per cuffia ma non a entrambi; inoltre, se qualche dispositivo viene connesso al jack per cuffia, il sistema operativo scollega del tutto lo speaker interno.

I nuovi Mac integrano due distinti dispositivi di output. Il jack da 3.5mm per cuffie e lo speaker interno sono due dispositivi diversi, indipendenti l’uno dall’altro. Questa novità rende possibile inviare l’audio da diverse sorgenti a ogni dispositivo di output. Usando un’utility come Audio Hijack è possibile dirottare l’audio di iTunes alle cuffie mentre sullo speaker interno si ascolta, ad esempio, l’audio di Spotify.

Preferenze Suono

Altro esempio offerte dalla novità, è la possibilità di inviare gli effetti sonori di sistema del Mac allo speaker interno mentre si ascolta musica e altro audio con una cuffia collegata al jack da 3,5mm, senza essere interrotti dai suoni di avvisi di sistema mentre si ascolta, ad esempio una lezione o altro. Nella sezione “Uscita” delle Preferenze di Sistema per i suoni è possibile specificare il dispositivo di uscita per gli effetti sonori scegliendo tra altoparlanti interni e dispositivo esterno. Utility come la già menzionata Audio Hijack o tool di audio routing come LoopBack consentono di lavorare con più dispositivi audio contemporaneamente. Con i vecchi Mac che di serie consentono di gestire un solo dispositivo di output è necessario sfruttare un dispositivo audio esterno per ottenere una sorta di routing (es. sfruttando adattatori USB-A o USB-C come questi in vendita su Amazon).

I nuovi Mac mini e MacBook Air integrano due uscite audio indipendenti