Nel 2014 niente iPad Pro e nuovo mini; arriverà iPad Air con Touch Id

Secondo un analista Apple avrebbe definito la sua strategia dell'anno 2014 per iPad. In arrivo una revisione dell'iPad Air e poco (o nulla) altro. iPad 13 pollici rinviato ad inizio 2015, niente iPad mini retina di nuova generazione.

tablet da 13 pollici

Il 2014 vedrà il debutto di un solo nuovo iPad: l’iPad Air di nuova generazione. La previsione arriva dal solitamente affidabile Minh Chi Kuo. Le previsioni di Ming Chi Kuo spaziano a tutto campo nel mondo iPad, poichè , l’analista di KGI in passato ha dimostrato se non altro di avere buone entrature nel mondo dei fornitori di componenti che assistono Apple nello sviluppo dei suoi dispositivi, vale la pena di presentarle.

Niente “nuovo” iPad mini retina nel 2014
Secondo Kuo, Apple sta affrontando due problemi per quanto riguarda la gamma iPad: la richiesta abbastanza tiepida per iPad mini retina e la necessità di condurre in porto lo sviluppo dell’iPad Pro, il modello da 12,9” che sarebbe principalmente destinato al mercato delle imprese. Questo avrebbe spinto il team di Cupertino a riallocare le risorse a disposizione, limitando la possibilità di un nuovo iPad mini entro l’anno. Che cosa Kuo intenda per “nuovo iPad mini”, non è facile da decifrare. È probabile che l’analista voglia significare con questo termine un prodotto ridisegnato, come sarebbe logico attendersi, secondo tradizione Apple, a due anni dal lancio. Apple però potrebbe comunque rinnovare l’hardware interno, adeguandolo con le nuove componenti in arrivo nel corso dell’anno. Non dovremmo però avere Touch ID, fotocamera migliorata e altre novità estetiche di rilievo.

iPad Pro da 13 pollici ad inizio 2015
Per quanto riguarda l’iPad Pro, Ming Chi Kuo sostiene che in Apple è in ritardo perchè il supporto software a questo tipo di schermo deve ancora essere finalizzato. Il gruppo che se ne dovrebbe occupare al momento vede numerose risorse allocate al team di iWatch; per questa ragione il tablet con schermo di grandi dimensioni, intorno al quale gravita la speranza di conquistare il pubblico professionale e quello delle software house che lavoreranno per sfruttare applicazioni touch che hanno bisogno di schermi più grandi, non sarà rilasciato entro l’anno, anche se esiste qualche possibilità che possa arrivare in quantità limitate. Ricordiamo che molti osservatori ritengono ancora improbabile che Apple possa lanciare un simile dispositivo, che sarebbe scomodo da trasportare e farebbe, di fatto, finire iPad fuori dalla gamma dei tablet veri e propri per sconfinare in quella degli Ultrabook (anche se sarebbe privo di tastiera). Per questa ragione diversi osservatori pensano che quello che viene definito come iPad Pro possa essere un prodotto di differente natura, con specifiche ancora da definire nei loro contorni esatti, e rientrare nel contesto della revisione dell’offerta Mac Book Air.

xl_ipad-pro1

Nuovo iPad Air con Touch Id
Avremo certamente, dice l’analista, un nuovo iPad Air. Questo nuovo modello avrà numerose innovazioni, di cui una delle principali sarà Touch Id. In passato Ming Chi Kuo aveva anche sostenuto che questo nuovo modello avrebbe avuto uno schermo con il 30/40% di pixel in più, anche se un quel contesto veniva anche affermato che la ragione di un simile passo in avanti, sarebbe stata motivata dal fatto che Apple non aveva intenzione di rilasciare un iPad da 13 pollici, posizione su cui ora Kuo pare avere cambiato parere. Aumentare a questo livello la densità di pixel, va detto, potrebbe essere abbastanza complicato perchè significherebbe aumentare di conseguenza il consumo. In ogni caso, risoluzione dello schermo a parte, il nuovo iPad Air sarebbe rilasciato nella parte finale del terzo trimestre, quindi prima di quanto accaduto quest’anno, forse per dare spazio ad un evento che si terrà ad ottobre per il lancio dell’iWatch.

Addio iPad 2, iPad 4 anche nel 2015
Kuo, infine prevede, come già detto nei giorni scorsi, che iPad 2 sarà presto, entro marzo, cancellato dalla gamma dei tablet anche se non è detto che possa restare disponibile per alcuni mercati specifici (come è accaduto per iPhone 4, venduto in alcuni paesi più poveri). Il suo posto sarà preso al lancio di iPad 6, dall’iPad 4 che resterà in produzione e sarà offerto ad un prezzo economico; iPad 4 conta non solo su schermo retina e processore più moderno di quello di iPad 2, ma anche sul connettore Lightinig al posto del vecchio connettore dock. I produttori di accessori hanno cessato di creare dispositivi per connettore a 30 pin e quindi questo mercato è in via di esaurimento, offrire a basso costo un iPad con Lighting semplificherebbe notevolmente la vita a chi cerca un prodotto più economico, con schermo più grande di quello di iPad mini.