Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Voci dalla Rete » Con iPad Pro da 12” Apple rivoluzionerà il mercato dei portatili?

Con iPad Pro da 12” Apple rivoluzionerà il mercato dei portatili?

iPad Pro non esiste ancora ma il futuro tablet di Apple con schermo sovradimensionato da 12” è già stato protagonista di diverse anticipazioni negli ultimi mesi del 2013. Ora a 2014 appena iniziato arriva la previsione di un analista: Cupertino lancerà iPad Pro in autunno e si tratterà di un dispositivo ibrido in grado di svolgere non solo i compiti e le app finora viste su tablet ma anche compiti e funzioni per il lavoro e la produttività.

La previsione è stata formulata da Patrick Wang analista presso Evercore Partners, riportata da AppleInsider: Wang non rientra nel ristretto elenco degli analisti specializzati nel mondo Apple, così nel suo caso purtroppo non abbiamo a disposizione un curriculum consistente di previsioni ed eventuali conferme, tali da poter formulare un giudizio sull’affidabilità di questa anticipazione.

Ciò detto, e considerando il consistente volume di indiscrezioni emerse in precedenza per un iPad Pro sovradimensionato, vale la pena prendere in considerazione anche questa nuova ipotesi. Secondo Wang le caratteristiche che Apple sfrutterà per realizzare il suo primo tablet ibrido sono due: lo schermo maggiorato e un processore ancora più potente, presumibilmente un nuovo Apple A8 a 64bit erede dell’attuale Apple A7 integrato in iPhone 5s, iPad Air e anche in iPad mini Retina.

xl_ipad-pro1

La maggior area visibile offerta da un display da 12” permetterebbe a Cupertino di offrire un tablet in grado di competere con lo spazio desktop offerto dai MacBook Air da 11,6”, mentre il processore a 64bit di prossima generazione garantirebbe la potenza di calcolo necessaria per gestire senza problemi anche software e compiti più impegnativi. L’analista, così come è già riconosciuto da diversi operatori nel mondo dei processori mobile, ritiene che l’attuale chip Apple A7 a 64bit sia una rivoluzione del settore, un tassello fondamentale che permetterà a Cupertino di realizzare il passo successivo, l’iPad Pro appunto di cui si prevede il lancio per questo autunno.

L’esperienza di Apple nel campo dell’interfaccia utente, della facilità d’uso e dell’integrazione permetteranno di superare i limiti finora riscontrati in dispositivi ibridi analoghi, primo tra tutti il Surface Pro di Microsoft che non è riuscito a suscitare simpatia tra gli utenti professionali. Per tutte queste ragioni Wang è convinto che l’iPad Pro diventerà realtà e, quando questo avverrà, saranno rivoluzionati non solo il mercato dei computer portatili ma anche gli attuali equilibri di potere tra i costruttori.

Il ragionamento è lineare: attualmente i MacBook Air funzionano con un processore Intel che incide per circa il 22% sul costo complessivo dei materiali. Viceversa nell’iPad da 128GB il processore ARM incide solamente per il 4% del costo totale delle componenti. Per questa ragione con il successo previsto di un iPad Pro con Apple A8 basato su architettura ARM ne consegue un indebolimento della posizione ora dominante di Intel nel mercato dei processori per computer e, in ultima istanza, una maggiore concorrenza nei prezzi.

A7 Apple A7 Schiller

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità