fbpx
HomeHi-TechAudio / Video / TV / StreamingLa prova di Nixev N400, la Smart TV italiana che non paga...

La prova di Nixev N400, la Smart TV italiana che non paga il canone

Nixev N400 è un televisore che non paga il canone. Vale a dire un televisore che ogni anno ammortizza 90 euro di costo (se siete privati) o 407,35 euro (se siete aziende) in modo perfettamente legale, chiedendo l’esenzione dal pagamento del canone televisivo nella bolletta dell’energia elettrica perché privo di sintonizzatore tv.

Proprio quando ci avvicinniamo al rinnovo dei televisori, che dovranno essere dotati di sintonizzatore tv di nuova generazione per riuscire a decodificare il nuovo segnale del digitale terrestre, l’italiana Nixev (marchio di Lenaia Srl) ha presentato il primo modello, Nixev N400 qui recensito, di quella che l’imprenditore Lorenzo Modena ci ha detto che sarà una lunga serie di televisori in arrivo: è prodotto dalla cinese Chiq. Per verificare come funziona il televisore e se effettivamente si riesce ad avere una esperienza paragonabile a quella di un apparecchio tradizionale, abbiamo chiesto a Nixev di testarne uno.

La prova di Nixev N4000, la Smart Tv italiana che non paga il canone

Come si presenta
La scatola della cinese Chiq riporta la dizione “monitor” sulla superficie ed è bella grande, per quanto leggera, con la scritta “Ai Pont” in evidenza. La scatola è comunque brandizzata anche Nixev N400 e contiene un manuale di istruzioni multilingue, il telecomando, due piedini di appoggio e il televisore vero e proprio che è molto leggero, perché pesa 7 Kg. Lo abbiamo montato su una staffa comprata su Amazon a 30 euro, capace di “tenere” agganci Vesa fino a 400×400 per 45 Kg, anche se il televisore ha un aggancio 200×200 molto stabile e privo di ostruzioni.

Si tratta di un televisore borderless, in realtà un monitor visto che non ha il sintonizzatore per il digitale terrestre, dotato di un processore Arm Quad Core e 6 GB di memoria, che consente di far girare l’ultima versione di Android TV senza alcuna customizzazione. Questa, dice Modena, è una scelta fatta dalla sua azienda perché l’interfaccia della versione di Android dedicata agli apparecchi televisivi è molto più veloce e reattiva senza le personalizzazioni fatte dai produttori.

Il televisore Nixev 400 ha 43 pollici di schermo, tre porte HDMI, una porta USB tradizionale, una presa Ethernet, ingresso AV, uno slot CI e poi le connessioni Wi-Fi (non Wi-Fi 6) e il Bluetooth 5.0. L’apparecchio non paga il canone perché non ha il sintonizzatore, e però, sottolinea Modena, non ci deve essere nient’altro con il sintonizzatore in casa o in ufficio o nel negozio. Neanche il set top box di Sky, che ne contiene uno. Le radio, spiega l’azienda, invece non pagano il canone, così come i computer, i monitor, gli smartphone. Nel precedente articolo Modena aveva spiegato la normativa, che viene anche riassunta sul sito aziendale.

La prova di Nixev N4000, la Smart Tv italiana che non paga il canone

Installazione e attivazione

L’installazione dell’Android Tv è molto rapida. Completa già delle principali app per lo streaming video (da Netflix ad Amazon Prime Video sino a Disney+ e RaiPlay, fino a DAZN, YouTube, Spotify), la procedura per attivare la parte smart del televisore è istantanea se si possiede un telefono Android con un account Google, oppure richiede tre minuti se bisogna inserire dal telecomando nome utente e password.

Completata l’installazione abbiamo testato le varie app e la risposta è sostanzialmente alla pari o superiore a quella di altre televisioni del settore. Il processore fa un lavoro egregio ed è proporzionale alla resa dello schermo da 4K. Si tratta alla fine di un televisore smart basato su Android e Chromecast e volevamo verificare che le funzionalità fossero di livello. Lo schermo ha una resa molto buona e gradevole, con risoluzione 4K Ultra HD (3840 × 2160 pixel), Dolby Vision e HDR10, l’audio è buono ma limitato nella gamma dinamica ma ha bassi sorprendenti.

In ogni caso, il televisore richiede (come per tutti i televisori dal profilo così sottile) una soundbar per poterlo apprezzare appieno. Per poter usufruire dei servizi di streaming è necessario una connessione Internet fissa (Ethernet) o Wi-Fi. Abbiamo usato una rete WiFi 5GHz senza alcun problema. La nostra valutazione è che questa proposta da Nixev sia in buona sostanza la naturale evoluzione del modo con il quale si fa la televisione: le app svincolate dai palinsesti per accedere a streaming e on-demand, giocare, passare il tempo, tutte da scaricare direttamente dal Play Store.

Ecco Nixev, la Smart Tv italiana che non paga il canone Rai

 

Nixev N400 con Apple TV e Nintendo Switch

Dopo aver testato il televisore Nixev N400 con i servizi di Android usando il suo telecomando, abbiamo deciso di passare alla fase due e testarlo con la nostra Apple TV HD e con la Switch di Nintendo, usando due dei tre slot Hdmi. La Nintendo Switch rende benissimo: massima fluidità di movimento e upscaling senza problemi, con la possibilità di comandare tutto dal joypad della console. Infatti, il televisore risponde perfettamente ai requisiti CIC e permette di farsi comandare dall’apparecchio connesso alla porta HDMI.

La Apple Tv HD, un modello superato, è invece risultata leggermente più lenta e con colori sgranati, a causa della risoluzione inferiore. Il televisore la gestisce con un upscaling da 1080p e Dolby Vision che però non perdono niente della qualità dello streaming. Le app hanno comunque una fluidità leggermente inferiore. I problemi sono completamente risolti con la Apple TV 4K. Il telecomando tradizionale di Apple TV gestisce senza problemi il televisore e permette di accenderlo e spegnerlo, come quello della Nintendo Switch.

In conclusione

Se non si vuole pagare il canone e si vuole uno schermo grande non ci sono alternative al Nixev N400: 43 pollici senza sintonizzatore e con Android TV a bordo. Samsung offre dei monitor da 27 e 32 pollici (Samsung Smart Monitor M5 e M7) con il suo sistema operativo Tizen, mentre sono disponibili vari dispositivi 4K da attaccare a un televisore anche privo di decoder: da Apple TV a Chromecast con Google TV, da Amazon Fire Stick 4K a Xiaomi Mi Box S (Android TV Box), ma poi bisogna procurarsi lo schermo.

La comodità della soluzione Nixen 400 è data dal prezzo relativamente contenuto (499 euro), dalla bontà del pannello scelto e dall’integrazione senza problemi con Android TV e Chromecast. Il fatto che il televisore sia perfettamente compatibile anche con altri dispositivi esterni (ne abbiamo testati due) lo rende ancora più interessante. Se si desidera un apparecchio di dimensioni maggiori, Modena ha anticipato che la sua azienda è al lavoro su un modello di dimensioni maggiori (attorno ai 50 pollici). Il televisore Nixev N400 è disponibile per l’acquisto dal sito web del costruttore.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di smart TV sono disponibili da questa pagina, invece per tutte le notizie dedicate ai servizi di streaming si parte da qui.

Offerte Speciali

Bozza automatica

iPad Pro 2021 11″ al minimo su Amazon: 256 GB a 931€ invece che 1009€

iPad Pro 11" 2021 è ancora in sconto su Amazon. Lo comprate al prezzo più basso del mercato nella versione 256 GB con schermo 11", solo 947 euro (e potete pagare anche a rate senza interessi e senza garanzie.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial