Nuovi MacBook Pro: ecco come sono fatti dentro con lo smontaggio di iFixit

Il nuovo MacBook Pro offre accesso rapido e completo a tutti i componenti principali, rendendo più semplici gli interventi di manutenzione. Sulla scheda madre il chip controller di Intel per il collegamento Thunderbolt risulta il quarto più grande dopo CPU, GPU e chipset. Queste e altre le scoperte di iFixit che ha smontato completamente il nuovo portatile professionale della Mela.

logomacitynet1200wide 1

Il nuovo MacBook Pro è più facile da aprire e offre una accesso rapido e completo a tutti i componenti interni, rendendo più semplici gli interventi di riparazione. All’interno Apple ha reso possibile lo scollegamento della batteria dalla scheda madre: ora l’alimentazione può essere staccata senza dover rimuovere la batteria, facilitando ulteriormente gli interventi. Sono queste alcune delle scoperte realizzate dal team di iFixit, il sito statunitense specializzato in interventi su ogni dispositivo Apple e che ormai da anni esamina nei dettagli i nuovi prodotti di Cupertino sottoponendoli a uno smontaggio completo.

Apple non ha adottatto strane viti per fissare il pannello inferiore così l’accesso ai componenti risulta più semplice. Sulla piccola scheda madre del sistema spicca il sistema di raffreddamento per processore e GPU composto da due dissipatori, uno per ognuno dei chip principali, collegati dalle serpentine che trasportano il calore verso le due ventole disposte a sinistra e a destra. Il team di iFixit ha valutato positivamente la facilità di intervento del nuovo MacBook Pro con un punteggio di 7 su 10, dove 10 rappresenta il sistema più facile su cui intervenire. In generale il giudizio degli esperti sull’hardware risulta positivo: vengono solo segnalati due dettagli per quanto riguarda l’assemblaggio. All’interno della macchina è stata individuata una vite con testa rovinata e un connettore ZIF non ben inserito: iFixit dichiara che non si tratta di grandi problemi ma di due dettagli che non dovrebbero essere presenti in un sistema di questa fascia di prezzo.

Una nota particolare spetta alla nuova porta Thunderbolt: seguendo i collegamenti dalla porta al chip, iFixit individua nel chip Intel siglato L051NB32 il componente che si occupa della gestione del nuovo collegamento. Anche se Intel e Apple dichiarano prestazioni da capogiro, nessuno può realmente mettere alla prova Thunderbolt per l’assenza sul mercato di periferiche esterne, almeno per ora. Le generose dimensioni del chip controller, dichiara iFixit, lasciano ben sperare circa le prestazioni e le funzionalità di questo nuovo connettore. Il chip Intel che molto probabilmente gestisce Thunderbolt è il quarto più grande presente sulla motherboard dopo il processore Intel Core i7 Quad Core, la GPU Radeon HD 6490 e dopo il processore Intel del chipset. In questo articolo riportiamo alcune immagini dello smontaggio di iFixit, disponibile in versione completa a partire da questa pagina. La porta Thunderbolt e il processore controller sono visibili nell’ultima immagine qui in basso.
ifixit_thunderboltifixit_thunderboltifixit_thunderbolt