Polizia di Stato: case study di un’app.. con Èspero

Il 5 gennaio 2011 il gruppo di sviluppo software della Polizia di Stato ha pubblicato l'App per la ricerca delle Questure, la verifica dei permessi di soggiorno, news, bandi, passaporti e molto altro. Il gruppo di lavoro è stato affiancato da Èspero. Un approccio didattico che può diventare un modello per istituzioni e aziende che intendono avventurarsi sulla strada dello sviluppo su piattaforme iOS. L'app si scarica gratis da qui.

logomacitynet1200wide 1

Polizia di Stato.it”. Si chiama così l’app per iPod Touch, iPhone e iPad, che dal 5 gennaio è possibile scaricare gratuitamente da App Store. Ottimizzata per il retina display dell’iPhone 4, l’applicazione dà accesso a informazioni in tempo reale sulle principali operazioni della Polizia di Stato, ai video pubblicati sul canale YouTube, a notizie sui concorsi per accedere ai ruoli della Polizia di Stato, su passaporti, bandi e normative per gli stranieri. L’applicazione dispone anche di una sezione, consultabile in diverse lingue, dedicata agli immigrati che hanno bisogno di verificare lo stato della procedura relativa al proprio permesso di soggiorno.

All’app ha dato un contributo Èspero che ha affiuancato il gruppo di lavoro della della Polizia di Stato. “Abbiamo ideato, realizzato e strutturato il corso tenuto alla Polizia di Stato a stretto contatto con le esigenze del cliente istituzionale e dei suoi programmatori” spiega Costantino Pistagna, docente Èspero e Responsabile Ricerca e Sviluppo di iPhoneSmartApps.org “Non volevamo offrire un corso tradizionale, vista la comprovata esperienza del team di programmatori a disposizione della Polizia di Stato. Un corso standard, infatti, non sarebbe stato sufficiente a soddisfare le richieste dei partecipanti.”

Il Ministero dell’Interno, per voce del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha richiesto dapprima a Èspero lo sviluppo di un’applicazione iPhone e iPad, ma grazie ad alcuni incontri di assessment si accorge di avere sufficienti risorse per sviluppare internamente il lavoro previsto, se opportunamente affiancato da un docente sul campo.  Èspero è dal 1991 il principale Centro di Formazione Apple in Italia, vanta pertanto da ormai 20 anni un rapporto strettissimo e ininterrotto di partnership con Apple.
Il progetto è stato immediatamente sottoposto a uno dei docenti certificati Èspero, Costantino Pistagna, che ha costruito su misura un itinerario formativo atto a mettere in grado i “ragazzi” della Polizia di Stato di seguire personalmente la costruzione e la pubblicazione della loro applicazione.

“Durante i nove giorni di corso – racconta Costantino Pistagna – sono stati trattati temi specialistici quali la gestione della memoria e l’ottimizzazione delle risorse, la gestione programmatica dell’interfaccia utente e sue animazioni, i database SQL e loro dialogo con il sistema, le notifiche locali e remote come strumento di allarme per l’utente. Tutti questi argomenti sono stati sapientemente integrati con le pre-esistenti conoscenze tecniche dei programmatori per fornire una opportunità di apprendimento quanto più mirata possibile”.

Frequentemente Èspero eroga corsi custom per istituzioni e aziende che lo richiedono, ottimizzando così i tempi di apprendimento e assicurando la massima resa della docenza personalizzata. Ciò nonostante gli stessi corsi possono essere fruiti, con un programma standardizzato, presso le sedi del Centro di Formazione secondo un calendario prestabilito. Nel caso specifico, il corso “Sviluppo applicazioni iOS” viene fatto precedere (dopo un’accurata valutazione delle conoscenze pregresse del singolo partecipante) dal corso “Objective-C intro”.

Per info su sviluppo applicazioni iOS e su corsi per imparare a sviluppare, è attiva la segreteria corsi di Èspero (segreteri[email protected] 0236556000). Chi vuole invece scaricare l’app (per iPhone e iPad) la trova gratuitamente qui.