Provaci ancora Amazon: torna il sogno di uno smartphone?

Amazon sta già perfezionando un nuovo smartphone? Tornano le voci, da prendere con le molle, secondo cui l'azienda di Seattle ambisce tornare nel settore della telefonia con in mente la diffusione di Alexa.

Provaci ancora Amazon: c’è già il prototipo per un nuovo smartphone

Dopo il clamoroso flop del Fire Phone, Amazon sta pensando di rientrare nel mercato degli smartphone? La conferma arriverebbe da Jen Salke, capo di Amazon Studio, che avrebbe rivelato di avere nel proprio ufficio un prototipo di un nuovo smartphone Amazon dotato di una nuova interfaccia.

Secondo quanto si è appreso, Salke avrebbe dato alcuni feedback sul prototipo, per correggere alcuni difetti dell’interfaccia attuale, ma nel complesso si tratterebbe di un dispositivo intuitivo da usare.

Se davvero Amazon volesse tornare nel settore degli smartphone sarebbe sorprendente.  Nel 2014, l’azienda aveva fatto una breve incursione nel settore dei telefoni con il suo Fire Phone; il telefono è stato probabilmente il maggiore flop nell’intera storia di Amazon e dopo circa un anno l’azienda ha smesso di promuovere e vendere il dispositivo viste le scarse vendite. Attualmente il business di Amazon sembra concentrarsi intorno al mondo degli assistenti virtuali e potrebbe essere questa la ragione del rinnovato interesse al mondo degli smartphone.

amazon fire phone

L’azienda di Seattle, vorrebbe dare al possibilità, si è letto nel commento al “mostruoso” bilancio fiscale dei giorni scorsi (profitto di 2,5 miliardi di dollari nel secondo trimestre 2018) che “i suoi clienti siano in grado di utilizzare Alexa ovunque siano”: questa frase ha alimentato la speculazione secondo cui Amazon potrebbe cercare di rientrare nel mercato dei telefoni con un nuovo dispositivo incentrato sull’assistente personale dell’azienda.

Amazon è nel settore dell’hardware da oltre un decennio: il suo Kindle è ormai un pilastro nel mercato degli e-reader, e il suo tablet Fire ha avuto subito successo da quando è stato lanciato nel 2011. Costruire uno smartphone però è una questione molto differente. Per questo le voci su questo secondo tentativo vanno prese molto con le molle