L’accordo con Apple fa bene al portafogli di Qualcomm: in cassa arriveranno 4,5 miliardi

Apple non ha fornito dettagli finanziari in merito all'accordo con Qualcomm che pone fine a tutte le dispute legali in corso. Il produttore di chip-modem ad ogni modo prevede dall'accordo un incremento dei ricavi tra i 4.5 e i 4.7 miliardi di dollari.

Qualcomm

Apple non ha fornito dettagli finanziari in merito all’accordo con Qualcomm che pone fine a tutte le dispute legali in corso, inclusa quella con i subfornitori della Mela, limitandosi a far sapere che il patto di licenza stipulato avrà una durata di sei anni, con validità dal 1° aprile 2019 e possibilità di proroga per ulteriori due anni, e un accordo pluriennale per la fornitura di chipset.

A rendere noto qualche dettaglio finanziario dell’accordo tra Apple e Qualcomm ci pensa quest’ultima: nell’ambito della presentazione dei risultati del secondo trimestre fiscale, Qualcomm ha fatto sapere di prevedere dall’accordo un incremento dei ricavi tra i 4.5 e i 4.7 miliardi di dollari.

Il produttore di chip-modem valuta l’impatto dell’accordo con Apple positivamente, includendo questi ricavi nella guidance per il prossimo trimestre. Qualcomm ha esplicitamente spiegato che il risultato previsto è frutto della conciliazione con Apple e della passività associata.

L’azienda di San Diego spiega ancora che il pagamento non tiene conto di future royalty da Apple. Nella sua guidance l’azienda evidenzia separatamente “gli introiti da royalty dovute da Apple e suoi subappaltatori per le vendite di giugno 2019”. Si stima che Apple e i suoi subfornitori devono 7 miliardi di dollari, somme che erano state trattenute in attesa delle conclusioni delle dispute legali tra le due aziende. Analisti hanno ipotizzato che, per chiudere le controversie in corso, Apple avrebbe pagato Qualcomm una cifra intorno ai 6 miliardi di dollari.

Qualcomm

Nella presentazione dei dati relativi all’ultima trimestrale, con utili e ricavi in calo ma comunque migliori delle stime, Apple non ha fornito indicazioni in merito all’accordo in queatione. Luca Maestri, direttore finanziario della Mela, aveva riferito che i termini dell’accordo prevedono per entrambe le società di non rivelare dettagli ma evidentemente Qualcomm ha interpretato in modo diverso quanto stabilito.

Steve Mollenkopf, CEO dell’azienda che produce chip-modem, parlando dell’accordo con la Casa di Cupertino, ha detto: “Siamo lieti di avere raggiunto un accordo pluriennale con Apple e siamo ansiosi di continuare a offrire loro supporto come clienti. Stiamo eseguendo bene le nostre priorità strategiche con il lancio commerciale del 5G iniziato in giro per il mondo. La nostra tecnologia 5G e leadership di prodotto, così come la nostra espansione in nuove industrie e categorie di prodotti, creare fondamenta forti per entrate a lungo termine e la crescita degli utili”.