Recensione Inateck Marsbox, onesto altoparlante bluetooth rosso fuoco in stile LEGO

Macitynet mette alla prova l'altoparlante bluetooth Inateck Marsbox, che spicca per colorazione vivace e per buona qualità costruttiva: l'audio è un po' inscatolato, ma nel complesso è una periferica onesta per quel che costa. Si acquista a 53 euro sulle pagine di Amazon Italia.

Macitynet ha messo alla prova l’altoparlante bluetooth Inateck Marsbox, un grosso e pesante blocco rosso, simile ad un gigantesco mattoncino LEGO, dalle buone prestazioni e dal prezzo onesto, senza però entusiasmare più di tanto. Ben costruito ed esteticamente molto originale, soffre in particolare di un leggero effetto “inscatolamento” a prescindere dalla fonte audio utilizzata, che non lo fa risaltare come potrebbe.

Com’è fatto
Il box di vendita dell’altoparlante Inateck Marsbox lascia già presagire che non si tratta di un altoparlante appartenente alla fascia più economica: la cassa è molto pesante e anche i cavi di ricarica, o jack da 3,5mm, mostrano una cura solitamente riservata a periferiche più costose. In se, l’altoparlante è paragonabile a un grosso mattoncino LEGO di colore rosso acceso, anche se il design complessivo risulta originale per via delle forme geometriche squadrate utilizzate: la cassa di colore rosso è, infatti, incastonata in un blocco nero più grande. Insomma, potrà piacere davvero tanto o, al contrario, risultare esteticamente troppo invasiva, si tratta di uno stile moderno ben fatto e davvero originale. Sebbene la colorazione sia davvero forte, risulta comunque piacevole alla vista in qualsiasi ambiente si collochi.

Inateck Marsbox

L’altoparlante pesa circa 900 grammi e ha dimensioni contenute in 24 x 12 x 9 cm; grazie alle gommine posizionate sulla parte inferiore, risulta particolarmente stabile, senza che possa scivolare inavvertitamente. Sulla parte frontale l’altoparlante è particolarmente pulito, con la grande cassa traforata in bella vista, mentre quattro pulsanti azione, dalle dimensioni molto generose, si trovano sulla parte alta. Il primo da sinistra serve per attivare radio FM o riproduzione bluetooth, mentre quello all’estrema destra permette di riprodurre o mettere in pausa la musica, nonché di attivare la ricerca automatica delle stazioni radio. I vistosi pulsanti “+” e “-“, invece, permettono di diminuire o incrementare il volume, oppure di passare alla stazione/canzone successiva o precedente. Sulla parte retrostante si collocano gli ingressi AUX e microUSB, nonché il pulsante di accensione/spegnimento. Completamente puliti, invece, i lati neri della cassa.

Inateck Marsbox, non c’è dubbio, è ben assemblata, con materiali molto piacevoli al tatto, che non provocano alcuno scricchiolio. In mano si ha la sensazione di un altoparlante premium, ben lontano dalle periferiche economiche, appartenenti ad una classe qualitativa inferiore.

Come suona
Al primo avvio non si rimane particolarmente stupiti per la pulizia sonora. Il suono sembra essere un tantino “inscatolato”, da qualsiasi fonte provenga. Che si attivi la radio, piuttosto che la riproduzione un brano in bluetooth dal proprio smartphone o che la si colleghi tramite jack 3,5mm al Mac. Non che la qualità sia scadente, ma era lecito aspettarsi una maggiore brillantezza del suono, che alle volte sembra un po’ ovattato. Il volume della cassa è molto alto, superiore certamente agli altoparlanti più economici e, per questo, ben si adatta ad ambienti molto grandi.

IMG_20150915_110550

I bassi sono pronunciati, ma ben bilanciati: non eccedono, insomma, ma la loro presenza è assolutamente apprezzabile. Se si eseguono, però, canzoni del calibro di Bass Can U Hear Me di Beat Dominator bisogna stare attenti a non spingere il volume al limite, altrimenti saranno assolutamente avvertibili delle distorsioni. Ad una buona, e ben calibrata, resa dei bassi, si affianca anche una soddisfacente qualità della voce in canzoni come Rocket Man di Elton John, che mantiene una sua autonomia e distacco rispetto al background degli strumenti. Nel complesso, insomma, suona tutto in modo sufficiente, ma la sensazione di audio inscatolato non abbandona mai del tutto la riproduzione. Stessa impressione si ha con la Radio FM o anche con le conversazioni in vivavoce. Questa problematica, purtroppo, non fa risaltare la cassa come potrebbe, ma le conferisce quella sufficienza, giustificabile solo a fronte del prezzo, lontano dalle centinaia di euro che servono per un altoparlante più blasonato.

Non troppo entusiasti, dunque, della riproduzione musicale, abbiamo provato ad impiegare la cassa altrimenti, collegandola ad una smart TV di ultima generazione, ma con un impianto acustico piuttosto scadente. Sorprendentemente, questo impiego ci ha appagati maggiormente, riuscendo a potenziare, in modo non indifferente, l’audio di qualsiasi programma o trasmissione televisiva. Di certo chi acquista un altoparlante del genere non lo fa per posizionarlo dietro ad una TV da salotto, ma in ogni caso, grazie alla possibilità di connessione wired, si tratta di un utilizzo da non sottovalutare. Sempre più spesso, infatti, anche le TV di buona fattura, peccano un po’ sul versante casse, ed un piccolo aiuto, senza spendere assolutamente cifre alte, potrebbe arrivare da periferiche come questa Inateck Marsbox.

Conclusioni

L’altoparlante Inateck Marsbox si fa certamente notare per un’estetica vistosa e per una buona costruzione. A livello audio soffre di un leggero effetto inscatolamento, ma nel complesso risulta sufficiente e, soprattutto, onesta se paragonata al prezzo di vendita.

Disponibile nella colorazione rosso accesa, ad un prezzo di 53 euro, Inateck Marsbox si acquista direttamente su Amazon Italia, con le consuete garanzie nelle tempistiche o di reso nel caso in cui non si resti pienamente soddisfatti.

PRO

  • Esteticamente originale
  • Ben costruita
  • Cavi di buona fattura
  • Volume alto

CONTRO

  • Audio leggermente inscatolato