Recensione Xiaomi MIJIA Bedside Lamp 2: lampada smart da comodino compatibile Homekit, Google e Alexa

Una lampada semplice ma coloratissima, minimale ma ultra smart in grado di essere pilotata per le funzioni base da Homekit, Alexa e Google ma pure dall'applicazione Yeelight con cui potete programmare tutto. Ecco come funziona.

Recensione Xiaomi MIJIA Bedside Lamp 2: la lampada smart da comodino che comandi con Homekit, Google e Alexa

Xiaomi Bedside Lamp 2, o con un sigla un po’ astrusa, MIJIA MJCTD02Y è una lampada economicissima ma molto smart da collocare idealmente sul vostro comodino o su un tavolinetto da salotto per avere una luce di servizio, d’atmosfera o per un risveglio e un sonno tranquillo.

La versione 2 della lampada da comodino di Xiaomi, che abbiamo visto in mostra nello stand Yeelight al CES 2019 è compatibile, oltre che con le app di MI e Yeelight pure con Homekit di Apple e questo insieme a comandi manuali presenti sulla lampada permette di interagire vocalmente con Siri, Alexa e Assistente Google. 

Si tratta di un prodotto cinese e (almeno nella confezione in anteprima ricevuta) con packaging cinese e quindi poco adatto a chi si spaventa davanti alle istruzioni con ideogrammi (Il manuale nel sample che abbiamo ricevuto non prevede neppure l’inglese) o alla necessità di un piccolo adattatore per la presa di corrente ma allo stesso tempo è un prodotto dall’interessante rapporto qualità/prezzo a dimostrare che l’universo Homekit non è popolato solo di prodotti di alto prezzo e sopratutto che l’ingresso dei produttori cinesi di “esperienza” sta allargando di tantissimo il mercato della smart home.

Recensione Xiaomi MIJIA Bedside Lamp 2: la lampada smart da comodino che comandi con Homekit, Google e Alexa

La confezione e la lampada

Scatola molto minimale con fondo bianco e scritte grigio scuro su cui la lampada bianca si nota con un po’ difficoltà: inutile che stiamo a ripetervi le caratteristiche riportate: solo il traduttore di Google ci permette di accedere alle specifiche ma dopo avere visto il familiare logo “Works with Apple HomeKit” apriamo fiduciosi il pacco per trovare un alimentatore con attacco polare e presa cinese (occorre il classico adattatore che vi abbiamo segnalato qui) e, inserita in una busta opaca bianca la lampada vera e propria che è un cilindro realizzato in due materiali.

La parte superiore è in plastica bianco latte con uno spessore che gli offre una buona consistenza e una base ancora bianco latte opaca: il tutto ha un peso che non ti aspetti (0,750 kg) e insieme alla finitura in gomma che sta alla base offre una buona garanzia contro ribaltamenti o scivolamenti dal vostro comodino, specie se avete un sonno un po’ agitato.

Sul fondo troviamo anche la classica etichetta per l’accoppiamento con “Casa” di Apple e siamo sicuri che il codice non sarà disperso e pronto per eventuali “riaccoppiamenti”. Consigliamo sempre di conservare una etichetta, una foto o di trascriversi il codice del dispositivo a futura memoria.

I controlli diretti

Sul fianco della lampada troviamo il sistema di accensione e regolazione touch che in basso prevede un pulsante on/off e in alto un ulteriore pulsante che permette di “ciclare” tra livelli del bianco o colori diversi. La lampada si può accendere anche toccando il tratto tra i due pulsanti e l’altezza rispetto alla base corrisponde all’intensità luminosa: in questo modo avrete una regolazione veloce dellla quantità di luce desiderata.

Se tenete premuto per due secondi il pulsate on/off a lampada accesa partirà un timer di spegnimento pre-regolato a 15 minuti ma potete sempre gestire la temporizzazione dalla app di controllo. La lampada come le altre di Yeelight ha una modalità notturna che funziona con soli 2 Lumen e permette di fornire una illuminazione di sicurezza.

Le app per controllare la lampada

Xiaomi Bedside Lamp 2 MIJIA MJCTD02Y è gestibile come le altre periferiche Xiaomi con due distinte applicazioni (entrambe funzionanti su iOS e Android), MI Home e l’applicazione Yeelight, personalmente chi scrive trova un po’ “incasinata” la prima che seppure più potente ha qualche difficoltà nella gestione dei server cinesi contro quelli europei mentre l’app Yeelight, una volta impostato il server tedesco non da problemi di sorta.

Il nostro consiglio personale è, a meno che non dobbiate gestire accessori diversi per la domotica in un ambiente multipiattaforma, quello di usare Yeelight per impostare tutte le funzioni sia su iOS che Android. Su iOS avrete la possibilità di usare i comandi Siri per accendere e spegnere le luci e pure di avere dei Widget con l’accesso diretto a molte funzioni particolari. 

La procedura migliore è quindi, anche su iOS, di impostare la luce con accesso al Wi-Fi di casa (dovete inserire la password del router e quindi tenetela a portata di mano) e poi di testare alcune della capacità di gestione che vedremo poi in dettaglio.

Una volta impostata la lampada con l’app Yeelight procedete ad includerla nel vostro sistema Homekit: sarà sufficiente inquadrare l’etichetta con il numero e codice inserirla nella vostra “Casa”, assegnargli un nome e  la stanza di appartenza: da qui in poi potete gestire direttamente (e anche vocalmente) intensità luminosa, colore e accensione spegimento oltre a poterla includere in scene ed automazioni.

Ma cosa fa in più l’applicazione Yeelight?

Ci siamo presi uno spazio immagini consistente per descrivere le capacità dell’applicazione perché stiamo provando e proveremo nelle prossime settimane diverse periferiche di questo produttore che ha una serie interessante di lampade di diverse fogge, plafoniere di buona potenza e tante di queste sono gestibili sia attraverso Homekit che in mancanza di una compatibilità completa con i Comandi Siri almeno per accensione e spegnimento. 

Come detto quello che non si può fare con Siri si può avere attraverso l’App Yeelight. Qui sotto vedete la procedura di installazione valida, tranne che nelle ultime schermate che riguardano Siri e Homekit, sia per la versione iOS che per quella Android da 4.4 in poi.

Se disponiamo di una Smart Band Mi 3 Xiaomi possiamo far spegnere la lampada in automatico quando il dispositivo rileva che stiamo dormendo.

IFTTT

Un capitolo a parte lo merita l’integrazione con IFTTT che permette tutta una serie di opzioni pari solo a quelle ottenibili con Hue di Philips: attraverso le automazioni potrete gestire colore, intensità e accensioni in funzione del meteo, dei messaggi che vi arrivano via mail, usare la lampa come sistema di segnalazione per la sicurezza in casa con particolari codici di comunicazione. Per avere un’idea di tutte le automazioni disponibili con questa e le lampade Yeelight vi rimandiamo a questa pagina.

Recensione Xiaomi MIJIA Bedside Lamp 2: lampada smart da comodino compatibile Homekit, Google e Alexa

Conclusioni

Un prodotto economico nei materiali ma assolutamente funzionale sia senza il controllo domotico e vocale sia in combinazione con Siri, Alexa e Assistente Google. Se usate Homekit tutto è semplicissimo e immediato e pure con Assistente Google mentre nei test che abbiamo effettuato c’è qualche problema nella combinazione tra i settaggi dei server e quelli della Skill Yeelight. Se usate l’applicazione Yeelight su Android e iOS avrete accesso ad una serie di automazioni e settaggi oltre che delle animazioni interessanti per la vostra lampada senza la necessità di ricorrere al server cinese dell’applicazione MI. Ottima l’integrazione anche con IFTT.

Pro 

Facilissima configurazione con Homekit, capacità aggiuntive con l’app Yeelight. Capacità di illuminazione buona per una lampada da comodino, ottimo effetto di diffusione e colori molto pieni. Facile manovrabilità a luce spenta

Contro

Qualche problema di settaggio per gestire i dispositivi in modalità multipiattaforma. Difficile capire la capacità dell’involucro in materiale plastico di resistere al tempo e a graffi.

Prezzo al pubblico: Xiaomi Bedside Lamp 2 MIJIA MJCTD02Y costa al momento 44,25 Euro con spedizione prioritaria inclusa su GearBest.