Home iPhonia il mio iPhone Il "repair movement" USA: «Vinceremo la lotta per il diritto a riparare...

Il “repair movement” USA: «Vinceremo la lotta per il diritto a riparare da soli gli iPhone»

Il “repair movement” è un insieme di persone e associazioni che negli USA ha portato alla stesura di proposte di legge note come “Right to Repair”. Queste proposte in alcuni Stati obbligherebbero Apple e altri produttori di elettronica a vendere le parti di ricambio dei loro prodotti ai consumatori e ai riparatori indipendenti, oltre a dover rendere disponibili al pubblico i manuali diagnostici e di servizio.

Il direttore esecutivo di Repair.org (un’organizzazione commerciale composta da riparatori indipendenti secondo i quali le loro aziende sono danneggiate da un tentativo da parte dei produttori di ottenere il monopolio delle riparazioni) afferma che Apple avrebbe deciso di essere più accondiscendente con i consumatori in modo da bloccare le richieste di chi vorrebbe avere il diritto a riparare da solo il proprio dispositivo.

“Sempre più Apple non può ignorare la ribellione dei riparatori che bolle in pentola” scrive su Motheboard. “Il movimento per il diritto alla riparazione sta vincendo e l’atteggiamento di Apple sta cambiando”.

“Negli ultimi mesi Apple ha attuato cambiamenti dal punto di vista delle politiche, del design e dell’assistenza alla clientela dai quali si evince che il repair movement sta avendo un reale impatto sulle attività dell’azienda. Apple ha annunciato che il nuovo Mac Pro sarà modulare e aggiornabile, e silenziosamente reso aggiornabile la CPU e la RAM degli iMac 21.5″, per la prima volta dal 2014.

Lo scorso anno Apple ha annunciato il Programma di riparazione del Multi-Touch per iPhone 6 Plus per risolvere il problema di sfarfallio del display o problemi con il Multi-Touch lamentati da alcuni utenti e individuato dalla comunità di riparatori indipendenti. Apple ha cambiato rotta in merito all’Errore 53 che in alcune circostanze era mostrato quando un telefono era riparato da terze parti e annunciato che onorerà la garanzia anche quando un dispositivo è stato riparato da terze parti.

Ultimo elemento che dimostrerebbe l’efficacia delle battaglie del movimento è la decisione di Apple di rendere disponibili le “Horizon Machine” (per calibrare gli schermi e consentire la sostituzione del pulsante con il Touch ID degli iPhone) anche a terze parti. Resta ora da capire, spiega ancora il movimento, se le concessioni ottenute siano abbastanza. Intanto 12 diversi Stati USA stanno valutando le proposte del movimento, con il rischio di trovarsi a fronteggiare un mosaico di proposte diverse da stato a stato.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 512 GB: risparmio da 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,826FollowerSegui