Radio FM negli smartphone: Apple dice No, Samsung dice Si

Radio

Su iPhone la radio FM non c’è mai stata e sembra non arriverà mai, viceversa Samsung ha intenzione di renderla disponibile sui prossimi terminali in arrivo in USA e Canada

[banner]…[/banner]

Apple non ha mai attivato la radio FM nei suoi dispositivi e ha dichiarato che questo risulta impossibile negli iPhone più recenti, viceversa Samsung attiverà la funzione nei nuovi terminali in arrivo. TagStation, software house che sviluppa l’app NextRadio, fa sapere che Samsung sbloccherà le funzionalità radio FM nei chip integrati nei nuovi smartphone che saranno venduti negli Stati Uniti e in Canada.

Molti smartphone integrano di serie chip che, in teoria, consentono di ricevere segnali radio FM ma queste funzionalità sono spesso disabilitate dai vari produttori. Ad Apple la Federal Communications Commission (FCC) ha in passato chiesto l’abilitazione delle funzionalità radio ma la multinazionale di Cupertino ha spiegato che è tecnicamente impossibile trasformare gli iPhone 7 e iPhone 8 in radio FM giacché su questi non sono presenti le componenti che la FCC sostiene essere collocate sulla scheda madre. Insomma. iPhone non ha né i chip né le antenne in grado di supportare questo tipo di segnale.

radio fm

Apple ha espressamente menzionato nella sua nota solo i dispositivi più recenti; non sono state fornite indicazioni riguardo agli smartphone di precedente generazione e non è chiaro se sui vecchi iPhone sia teoricamente possibile attivare il modulo per la radio FM, ma è certo che almeno i chip di rete cellulare di Qualcomm usati in quasi tutti gli iPhone, avevano questa funzione; anche i processori Murata usati in alcuni modelli per il Wi-Fi e il Bluetooth hanno, o avevano, una radio FM.

I vantaggi di avere una radio FM, utilizzabile senza connessione internet, sono evidenti in caso di catastrofi naturali. Su Apple erano state fatte pressioni dopo uragani, tifoni, inondazioni e incendi che hanno devastato varie zone negli Stati Uniti. Quando la connettività cellulare non è presente, il chip FM può essere utile per ottenere informazioni di vitale importanza dalle stazioni radio locali. Dopo i disastri naturali di Puerto Rico, Houston e sulle coste della Florida, sono cresciute le richieste per tutti i produttori di telefoni affinché sblocchino i chip FM presenti in molti smartphone, una funzionalità da considerare secondo molti un servizio utile per la sicurezza pubblica. Samsung segue mosse simili già portate avanti da LG, Motorola e Alcatel.

“Le stazioni radio forniscono informazioni su come evacuare rapidamente, capire dove le inondazioni stanno colpendo, come uscire dal pericolo se c’è un tornado o un uragano” aveva dichiarato a settembre dello scorso anno Dennis Wharton, portavoce dell’associazione nazionale delle emittenti USA. “Vero è che tramite app è possibile ascoltare la stragrande maggioranza delle stazioni radio, ma questo solo in presenza di rete cellulare o Wi-Fi, collegamenti che in caso di calamità naturali possono risultare non raggiungibili per giorni o addirittura per intere settimane.