Semafori sul marciapiede per i drogati di smartphone

In Olanda spuntano speciali semafori sul marciapiede per aiutare i pedoni distratti dal cellulare. Ma non tutti sono d’accordo

semaforo marciapiede

In una città olandese si sta sperimentando una soluzione originale nel tentativo di salvaguardare i pedoni durante l’attraversamento stradale, in special modo quelli distratti dallo smartphone: si tratta di speciali semafori sul marciapiede. Il nuovo sistema, denominato + Lichtlijn (+ Lightline), consiste in alcune striscie LED sul ciglio del marciapiede che replicano gli avvisi dei semafori, aggiungendo quindi un segnale visivo a chi, con la testa costantemente china, è preso da «social media, videogiochi e WhatsApp».

Al momento l’idea degli smartphone sul marciapiede è stata messa in pratica negli incroci in prossimità di tre scuole, visto che sono proprio i più giovani quelli maggiormente distratti dalla tecnologia. Una soluzione necessaria – si legge su Dutch News – in quanto «Potremmo anche non essere in grado di cambiare questa tendenza, ma possiamo quantomeno ridurre i rischi» ha spiegato l’assessore Kees Oskam.

Non è però di questo avviso l’olandese Traffic Safety Association, secondo la quale così facendo si invogliano le persone a camminare indisturbate con gli occhi incollati sullo schermo del telefono. Un cattivo segnale, insomma, quello che si starebbe dando «Non vogliamo che la gente utilizzi il cellulare quando si ha a che fare col traffico. Devono sempre guardarsi intorno e verificare che le auto si stiano effettivamente fermando al segnale di Stop».

semafori marciapiede