HomeiOSil mio iPhoneShazam oltre il miliardo di brani identificati al mese

Shazam oltre il miliardo di brani identificati al mese

Shazam, l’app e servizio di proprietà Apple che consente di catturare un breve campione di una canzone in riproduzione mostrando titolo del brano, vanta ora oltre un miliardo di brani identificati al mese e oltre 50 miliardi di tag da quando il servizio è stato lanciato.

“Shazam è sinonimo di magia”, ha dichiarato Oliver Schusser, vice presidente Apple responsabile Apple Music e Beats, spiegando che il servizio è perfetto per gli utenti per identificare un brano quasi all’istante, ma anche per gli artisti che possono essere “scoperti”. “L’odierna pietra miliare mostra non solo che le persone amano Shazam ma anche l’interesse crescente nel mondo per la scoperta musicale”.

Shazam era nato inizialmente come servizio per telefoni cellulari, ed è enormemente cresciuto a partire dal 2008, con lo sbarco su App Store e della relativa app. Ci sono voluti 10 anni per raggiungere 1 miliardo di tag, 10 mesi per arrivare a 2 miliardi e solo 3 mesi per passare da 10 a 12 miliardi…

Shazam crea un’impronta digitale dell’audio che, in pochi secondi, viene confrontata con un immenso database, fornendo i il nome del brano e dell’artista nonché informazioni come testi, video, biografia dell’artista, biglietti di concerti e brani consigliati.

Quando Shazam lo identifica, il brano viene salvato nella sezione “La mia musica”, insieme a tutti gli altri Shazam precedenti.  Una volta identificato un brano, è possibile connettersi a Apple Music e ad altri servizi musicali per ascoltare il proprio Shazam. Se non è disponibile una connessione internet, l’app crea comunque un’impronta digitale univoca che verrà confrontata con i brani presenti nel database di Shazam non appena il dispositivo si connetterà a internet. I brani che non vengono riconosciuti scompaiono dall’elenco degli Shazam in sospeso.

Shazam è integrato anche in Siri: basta pronunciare “Ehi Siri” e chiedere come si intitola il brano; funziona anche da Apple Watch e da HomePod (basta pronunciare “Ehi Siri, shazamma questo brano”).

Per gli sviluppatori, Apple ha recentemente annunciato ShazamKit, permettendo di integrare nelle app la tecnologia per il riconoscimento dell’audio direttamente da Shazam, così sarà possibile non solo trovare le corrispondenze nel vasto catalogo di brani di Shazam, ma anche abbinare qualsiasi file audio preregistrato a risultati personalizzati creati dagli sviluppatori.

Offerte Speciali

macbookpro14e16

Sconti su MacBook Pro 16″ e MacBook 14″, risparmiate fino a 530 euro

Continuano gli sconti importanti di Amazon sui Mac. Ecco tutti i migliori affari di oggi con risparmi fino a oltre 500 euro
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial