fbpx
Home Hi-Tech Android World Apple ha comprato Shazam, la conferma di Cupertino

Apple ha comprato Shazam, la conferma di Cupertino

Apple ha confermato l’acquisizione di Shazam, il popolare servizio per il riconoscimento dei brani musicali. Lo riferisce il sito BuzzFeed al quale un portavoce di Cupertino ha rilasciato la seguente dichiarazione «Siamo entusiasti che Shazam e il suo team di talenti diventino parte integrante di Apple». E ancora: «Apple Music e Shazam hanno innate predisposizioni, condividono la passione per le scoperte musicali e offrono grandi esperienze musicali agli utenti». «Abbiamo grandi progetti in programma nello store e non vediamo l’ora di combinarli con le funzionalità di Shazam dopo l’approvazione degli accordi odierni».

L’acquisizione è lontana dal miliardo di dollari chiesto da Shazam ma si parla comunque di 400 milioni di dollari (il valore effettivo della transazione non è stato rivelato). Ricordiamo che l’indiscrezione era circolata la scorsa settimana e ora bisognerà capire cosa intende fare Apple con il servizio in questione (e anche con l’app per sistemi Android). Siri sin da iOS 8 integra funzionalità che consentono di individuare un brano in ascolto. Probabilmente ad Apple interessa integrare nuove funzionalità che consentono a Siri di diventare più simile ad Alexa, l’assistente vocale di Amazon che consente di identificare brani, acquistarli o comprare film sul sito della nota azienda di commercio elettronico.

Anche le funzionalità che consentono di ascoltare la pubblicità in corso e proporre dettagli specifici dei prodotti, potrebbero avere stuzzicato l’interesse di Apple. Shazam è già sfruttabile in abbinamento con Apple Music: gli abbonati possono usare il servizio per identificare un brano, riprodurlo direttamente in Apple Music ed aggiungerlo a una playlist. La multinazionale di Cupertino potrebbe volere creare qualcosa che consenta al sistema operativo di capire meglio il mondo che circonda l’utente per quanto riguarda non solo musica ma anche film, pubblicità e altro.

Shazam è stata una delle prime app a essere disponibile sull’App Store fin dal 2008, ma il servizio in questione esiteva già da prima: nel 2002 bastava digitare “2580” sul telefono e tenerlo vicino alla musica: gli utenti ricevevano un SMS con indicazioni sul titolo della canzone e il nome dell’artista. Più recentemente l’app è stata è stata ampliata per consentire di cercare programmi TV, informazioni e offerte riguardanti la pubblicità mostrata in TV. Il servizio consente di creare un’impronta digitale dell’audio che, in pochi secondi, viene confrontata con un database che contiene milioni di brani e programmi TV, fornendo il nome del brano e dell’artista e informazioni come testi delle canzoni, video, biografia dell’artista, biglietti di concerti e brani consigliati. L’app specifica consente anche di acquistare o ascoltare la canzone utilizzando uno dei servizi partner, iTunes Store e Apple Music inclusi.

Thunderstruck

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,805FansMi piace
93,071FollowerSegui