fbpx
Home Hi-Tech Audio / Video / TV / Streaming Sony Bravia XD85, in prova il gigante delle SmartTV

Sony Bravia XD85, in prova il gigante delle SmartTV

[banner]…[/banner]Bravia XD85 è un televisore Sony che unisce la capacità di riprodurre contenuti via cavo a quelli digitali, qui proposti in ambito smart attraverso un sistema operativo Android. La bellezza del televisore, nel quale la rinomata fama di Sony per questo tipo di apparecchi è più che meritata, si integra in modo del tutto naturale con tutte le App presenti, proponendo un ambiente attivo nel quale tradizione e attualità si fondono in modo naturale e dove per la prima volta la presenza di Apple è accessoria e, non voletecene, facoltativa.

Sony Bravia XD85

Un lavoro insolito, ma qualcuno lo deve fare

Seppure su Macitynet non siamo soliti testare TV, eravamo comunque interessanti a questo apparecchio, un po’ perché vogliamo essere d’aiuto ai nostri lettori in una scelta più che diffusa, ma anche perché la presenza di Android e di Google Play qui si fa interessante in un ambiente smart che in queste pagine è trattato quotidianamente.

In più, molti degli sforzi di Apple negli ultimi anni si sono profusi nell’ambito del salotto, dall’Apple TV a Airplay, dalla compatibilità dei film da parte di iTunes prima e iTunes Store poi, sino alla possibilità di utilizzare un iPhone come telecomando (tramite l’App ufficiale).

Detto fatto quindi che non siamo degli esperti nel giudicare un televisore sotto l’aspetto della ricezione dei canali e delle qualità del pannello, che pure abbiamo considerato con attenzione, questa recensione si basa soprattutto sull’aspetto Smart, sull’interfaccia e sull’utilizzo di Google Play Store e delle varie App.

Sony Bravia XD85

Sony Bravia XD85, grande è molto meglio

La prima cosa che colpisce di questo apparecchio è inevitabilmente la dimensione: i 65” di diagonale si vedono tutti sin dall’installazione, che necessita di non poca attenzione.

All’interno dello scatolone il manuale illustra passo passo le istruzioni per ancorare il pannello al muro, mentre per il montaggio della base di sostegno Sony si affida all’intuito degli utenti, o dell’installatore, nel caso (data la grandezza del pannello non da scartare).

Una volta messa in opera, la TV fa complemento d’arredo da se: bella sia da spenta che da accesa, Sony ha provveduto a ridurre al minimo anche le porte del cosiddetto Lato B dei televisori, raggruppandole tutte in due parti non molto visibili.

Proprio nella lato nascosto sono presenti ben 4 ingressi HDMI (tre nel retro, uno laterale), una presa Ethernet, 3 porte USB, antenna, ingresso video composito, audio digitale, e, per quanto strano, anche un ingresso SCART. Sono integrati nella TV le connessioni Wi-Fi e Bluetooth, che da sole permetterebbero la fruizione di molti dei contenuti, anche senza l’ausilio dell’antenna.

Il pannello frontale, di ben 65” (145x84x4,4 cm le dimensioni originali) provoca un peso di circa 20,3 Kg. Una televisione molto importante che ben si fa notare in un salotto sia quando appoggiata al muro che in un mobile, ma che non disdegna l’utilizzo anche in un ambiente business.

Il pannello è in grado di erogare un segnale sino a 4K Ultra HD (3840 x 2160), oltre a tutte le risoluzioni minori.

Sony Bravia XD85

Android, ma non era Playstation?

Alla prima accensione entra subito in moto il sistema operativo Android TV, che offre sostanzialmente una esperienza d’utilizzo più facile ma simile a quella di Android per smartphone. Pur avendo nel proprio catalogo un ambiente operativo Playstation, la scelta di Sony ci è piaciuta molto: l’utilizzo del televisore è molto intuitivo per chiunque abbia mai utilizzato uno smartphone, seppure non sia touch ma necessiti del telecomando.

Chi ha provato Apple TV allo stesso modo si può trovare a proprio agio, qui le opzioni sono ben più ricche e c’è un ambiente televisivo che manca nell’ambito di Apple, ma in sostanza l’interattività è simile. Ad ogni modo è sempre possibile collegare una Apple TV e sfruttarla attraverso una delle quattro uscite HDMI.

L’ambiente Android qui fa da padrone, però abbiamo apprezzato la possibilità di sfruttare i canali Sony per l’intrattenimento: chi ha una Playstation ad esempio può utilizzare lo stesso canale per l’acquisto dei film, dato che c’è l’App Playstation preinstallata (o rivedere quelli già acquistati), così come sono presenti molte delle App per l’acquisto e il noleggio di film più comuni, partendo da Netflix (qui presente anche nel telecomando) e passando per Mediaset Premium, Infinity, Chili sino ai più comuni Spotify o Youtube.

Molte altre App possono essere scaricate attraverso Google Play: in questo senso dobbiamo sottolineare che quelle più importanti sono già preinstallate e nel negozio di Google si trovano perlopiù giochi. Di questi, alcuni non sono compatibili con la TV (l’avviso appare all’atto dello scaricamento) mentre altri si possono giocare, ma se non avete un DualShock 4 (in dotazione a tutte le Playstation) lasciate stare, il telecomando è inutile nei videogiochi.

Non manca neppure la sintesi vocale: non paragonabile a SIRI, perché non è possibile fare un dialogo, ma qui la TV risponde bene, capisce gli ordini (“Apri Netflix”) o (“Riprendi ultimo film”) nella maggior parte dei casi, anche qua e la, complice la presenza di chiassosi bambini in casa, abbiamo fatto prima da telecomando.

Sony Bravia XD85

Mediamente

Dopo un primo approccio nella scoperta delle particolarità del Google Play Store, abbiamo focalizzato l’utilizzo della TV nella sua forma più naturale: la visione di Film e Telefilm.

In questo senso le possibilità non mancano, e gli utenti possono spaziare in tutte le strade, sicuri che Sony Bravia XD85 darò ampie soddisfazioni in tutti i sensi. Chi ha un abbonamento a Netflix troverà l’App non solo preinstallata, ma anche comoda da richiamare grazie al tasto del telecomando.

La presenza di una connessione Wireless (o anche via cavo) ad una rete però apre strade più interessanti: noi abbiamo optato subito per Plex, l’App più famosa nel settore, grazie ad un server installato su di un NAS presente in casa (il modello AUSTOR AS3204T, in questo caso dotato di due dischi Western Digital serie RED da 6 TB).

Il server era già installato e l’App, scaricata da Play Store, l’ha riconosciuto al volo e ci ha aperto il mondo a tutta la nostra libreria di video, foto e musica. Per un utilizzo soft, diciamo che Plex potrebbe anche essere l’unica App da installare, lasciando la scelta tra Netflix o uno degli altri network per Film e telefilm in abbonamento o noleggio.

L’alternativa è quella di utilizzare un iPhone, un iPad o un device Android come riproduttore, e condividere lo schermo, operazione che si fa in un attimo toccando l’icona in alto a destra nelle App (a discrezione dello sviluppatore, con Mediaset Premium non ha funzionato).

Abbiamo infine provato ad utilizzare Bravia XD85 come semplice monitor per Apple TV, collegato via HDMI: qui l’esperienza è buona, ma perde molto, soprattutto nella risoluzione, limitata al FullHD.

Sony Bravia XD85

Più rosso che blu

La qualità di riproduzione è chiaramente sbalorditiva. Per chi proviene da una TV più piccola non solo la dimensione di 65” di diagonale all’inizio confonde (ma ci si abitua dopo poco) ma anche la risoluzione 4K merita un approfondimento. Nel nostro caso abbiamo fatto alcune prove con Film e Telefilm in varie risoluzioni, scaricando dalla rete qualche spezzone in 4K (se ne trovano molti ormai, come Big Buck Bunny, Sintel oppure alcuni video della NASA) e provando anche alcuni video realizzati in 4K sia dall’iPhone che da una SportCam.

La qualità del 4K è ovviamente spettacolare, anche se la differenza tra un video amatoriale e uno post-prodotto resta la stessa anche ad alta risoluzione.

Generalmente possiamo dire che la TV tende a saturare molto i colori, forse colpa anche dell’HDR troppo spinto: abbiamo provato a manovrare un po’ i controlli ma è chiaro che non si tratta di un display professionale e che il suo compito è quello di rendere Film, Telefilm e video più belli di quello che sono.

Il risultato è che le registrazioni al mare erano molto belle ma forse ottimistiche nei colori rispetto a quanto ricordavamo, e questo è un aspetto che ad alcuni può piacere e ad altri meno.

Per quanto riguarda la visione dei film, una dimensione così grande si apprezza di più con titoli forti e dinamici, come l’ultimo Capitan America oppure uno dei capitoli di Star Wars, anche se sono in FullHD. Ma il meglio viene con i film d’animazione, tra i quali hanno spiccato molto l’ultimo Angry Birds e gli immortali Cars e Nemo (tra tutti, probabilmente per le scelte cromatiche molto forti che li caratterizzano).

Per un bimbo, o per chi si sente ancora tale, la visione di uno di questi titoli su di un display così, con patatine e coca-cola, è meglio che andare al Cinema.

Sony Bravia XD85

Una spesa importante

Bravia XD85 è senza dubbio una spesa importante da fare in casa, sotto molti punti di vista: importante perché il prezzo ufficiale, 2.299,00 Euro, va valutato per un apparecchio che promette di durare parecchi anni, molto più di Mac, iPhone e iPad che lo circondano, ma anche per la dimensione (che va valutata in base alla posizione e all’arredo) e ai servizi inclusi.

Avere una TV con Android, Wi-Fi e Bluetooth apre a una serie di opportunità incredibili, dai servizi attuali come Plex, Netflix e tutte le altre App, al network Playstation e a una serie di altri accessori come cuffie senza fili, telecomandi e App via smartphone.

Ma appare anche una scelta importante in chiave futura, laddove potrebbero uscire altre opportunità e basterà (per qualche anno sicuramente) un aggiornamento software per soddisfarle.

La qualità estatica c’è tutta, il prezzo ci sembra in linea con l’offerta, molto ampia.

[usrlist Design:5 Facilità-d’uso:4 Prestazioni:4.5 Qualità/Prezzo:4]

 

Pro:
• Schermo ampio, 4K e con colori sempre brillanti
• Android TV apre le porte a moltissime App e servizi
• Chi ha una Playstation troverà comoda l’App
• Il design esterno è molto bello

Contro:
• La saturazione dei colori è forse eccessiva
• Qualche istruzione in più nel montaggio era gradita
• per sfruttare i giochi di Android serve un DualShock 4

Prezzo al Pubblico: 2.299,00 Euro

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,803FansMi piace
92,970FollowerSegui