Dopo le prese in giro cade anche Samsung: dirà addio al jack audio da 3,5mm

L'azienda sudcoreana sullo stesso solco tracciato di Apple. Dall'autunno del prossimo anno i nuovi smartphone non includeranno jack o adattatori da 3,5 mm. Prese in giro alla rivale pronte ad andare in soffitta.

Samsung abbandonerà il jack cuffia dal prossimo anno

Dopo OnePlus potrebbe toccare a Samsung fare ammenda, ingoiare e tacere. Stiamo parlando del destino di chi nei mesi scorsi ha preso in giro, con tanto di spot pubblicitari, la scelta di Apple di eliminare il jack da 3,5mm per collegare le cuffie e ora fa o farà la stessa cosa. Che il destino di OnePlus, che aveva strombazzato la sua “diversità” da Apple in questo ambito, salvo poi cancellare anch’essa il connettore analogico, toccherà anche a Samsung lo si prende da un giornale coreano secondo cui il Galaxy S10, previsto in autunno dovrebbe essere senza Jack. E dopo a seguire, toccherà al Galaxy S11, almeno secondo quanto riporta il sito etnews.

Non siamo all’annuncio ufficiale, ma la sempre informata catena di fornitori di componenti garantisce che la strada è ormai tracciate e decisa. L’audio passerà per la porta Type-C e saranno quindi fornite delle cuffie compatibili con questo tipo di porta.

Con i prossimi iPhone potrebbe non essere incluso l’adattatore Lightning a jack

Secondo il sito coreano, Samsung avrebbe assunto la decisione perché ormai le cuffie auricolari wireless sono diffuse e popolari e il jack non è più necessario. L’azienda sudcoreana tiene conto di dati come quelli rilevati da Strategy Analytics, secondo la quale settore wireless è in forte crescita, con 74 milioni di auricolari senza fili previsti come venduti nel 2019, numeri proiettatati verso i 100 milioni nel 2022. Nel 2017 i dati facevano riferimento a 52 milioni di auricolari wireless.

Ricordiamo che quando Apple ha eliminato il jack nel 2016, sono partite le prese in giro e gli sbeffeggi con tanto di pubblicità incentrate su questo aspetto. Anche Samsung si accodò alla moda, con uno spot intitolato Dongle. Nel filmato si vede un ipotetico cliente Apple che guarda con aria schifata il commesso di un Apple Store che gli spiega che per usare le cuffie con jack serve un adattatore (che Apple ha offerto per due anni gratis e ora ha eliminato dalla confezione) e resta inorridito quando apprende che non è possibile caricare il telefono ascoltando la musica.

Forse è inutile dire che anche Samsung, dopo Huawei e con Google che nei Pixel non ha connettore da 3,5 pollici, superando le difficoltà tecniche e le resistenze dei suoi clienti, farà la stessa cosa: offrirà un adattatore e per ricaricare il telefono mentre si ascolta la musica. La marcia indietro probabilmente non verrà notata da quasi nessuno, come nessuno si ricorda che Samsung dileggiò per mesi la batteria non rimovibile di iPhone non rimovibile salvo introdurre telefoni senza batteria removibile, ma almeno gli analisti e gli osservatori dovranno ammettere che se anche alcune scelte di Apple portano ad accelerare i tempi e danno qualche disagio iniziale, alla fine sono spesso fatte con ragione. Senza Jack i telefoni possono essere più sottili, più facili da costruire, possono avere più spazio all’interno e sono resi resistenti ad acqua e polvere più facilmente

Ora non resta che attendere che passi il cadavere (del marketing) di LG che sono poche settimane fa prendeva in giro proprio il jack dell’iPhone…