Tim Cook è quinto nella classifica Recode dei migliori dirigenti 2017

Nella classifica dei migliori dirigenti 2017 di Recode, Tim Cook è quinto. Ecco gli amministratori delegati, gli uomini e donne del mondo business che precedono Cook nella graduatoria

Tim Cook è quinto nella classifica Recode 100, che pesca tra i migliori cento dirigenti dei 365 giorni che volgono ormai al termine. Ecco chi sono i quattro che hanno fatto meglio nel 2017.

A primeggiare anche in questa particolare classifica è Jeff Bezos di Amazon, già agli onori della cronaca, giusto qualche giorno fa, per aver abbattuto il muro dei 100 miliardi di patrimonio netto, ricordando l’impresa di Bill Gates del 1999. Al secondo posto una donna, Susan Fowler, responsabile di Uber, mentre a seguire troviamo il trio composto da Megan Twohey, Jodi Kantor e Ronan Farrow tutti in terza posizione, per il loro lavoro nelle vicende scandalo di Harvey Weinstein. Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, arriva al quarto posto, per “Aver cambiato il modo in cui si ottengono le notizie – e per riuscire a farlo guadagnando soldi”.

Quinto Tim Cook, etichettato dalla stessa redazione di Recode come “ufficialmente sottovalutato”. Il 2017 ha visto Apple tornare alla crescita delle vendite, ricordando come la multinazionale di Cupertino raggiungerà probabilmente i 238 miliardi di dollari di vendite entro l’anno, con un aumento di 20 miliardi di dollari rispetto al 2016. Già questo basterebbe a giustificare la sua posizione in classifica, ma a valere la menzione è servito anche Apple Watch e l’impegno di Apple nella realtà aumentata, aree in cui Tim Cook sta investendo, per portare la Mela nella giusta direzione, dopo che Steve Jobs ha fatto la storia con iPhone.

Apple Watch è il primo grande prodotto lanciato sotto l’era Cook, diventato un grande successo. Nel profilo dedicato a Cook vengono citati anche gli AirPods, definiti come sorprendenti ed eccitanti, auricolari che insieme allo smartwatch creano un nuovo ecosistema perfetto, orientato sicuramente al fitness e alla salute.

Oltre al successo hardware e software, Cook viene lodato anche per i suoi sforzi in campo sociale, per l’impiego nella legislazione sull’uguaglianza, l’immigrazione, l’educazione e il cambiamento climatico, tutte questioni rimarcate dal dirigente in un crescente numero di apparizioni pubbliche. Tutto questo ha fatto di Cook il dirigente numero 5 del 2017; a non permettere un posizionamento più alto, probabilmente, è stato il ritardo di HomePod, bug importanti su iOS 11, e qualche piccolo ripensamento sulla linea Mac Pro. Sarà per il 2018.