fbpx
HomeMacityApple Bugs & Bug FixesRilevato un bug nella risoluzione dei nomi DNS di OS X 10.10...

Rilevato un bug nella risoluzione dei nomi DNS di OS X 10.10 Yosemite

Ars Technica spiega di aver riscontrato un bug nel servizio Bonjour di OS X 10.10 Yosemite che crea problemi nella risoluzione dei nomi DNS. Nell’ultima versione di OS X il processo mDNSResponder per il Multicast Domain Name Service o mDNS (la trasmissione automatica del nome del computer sulla rete) è stato rimpiazzato da discoveryd, un servizio che offre funzionalità simili al precedente integrando nuove caratteristiche. Il bug al quale fa riferimento Ars Technica si manifesta con Safari che non consente più di navigare su nessuna pagina web e la comparsa casuale di una finestra con la dicitura del tipo:

“Il nome host locale di questo computer “iMacdiMauro.local” è già in uso su questo network. Il nome è stato cambiato in “iMacdiMauro-2.local”. Per modificare il nome host locale, apri Preferenze di sistema e fai clic su Condivisione, quindi fai clic su Modifica e inserisci il nome nel campo Nome host local”.

“Per 12 anni” dice il redattore Iljitsch van Beijnum, “il servizio mDNSResponder ha gestito una grande parte del nostro network Mac, gestendo i task senza problemi”. “Con OS X 10.10 abbiamo cominciato a osservare strani problemi”. Un vecchio Mac denominato “nirrti” usato come file e iTunes Server continua a cambiare continuamente il nome host. Se prima accadeva raramente, diventando “nirrti (2)” ora appare arrivando ultimamente a “nirrti (7)”.

Il nome host al quale fa riferimento il messaggio è quello indicato nella sezione “Condivisione”, ed è quello usato per accedere al computer sul network locale se la funzione “Condivisione file” è attiva. Bonjour assegna automaticamente un diverso nome se quello in uso è sfruttato da altri computer in rete, cambiando la parte finale con un numero. Esempio: “iMacdiMauro.local” diventa eventualmente “iMacdiMauro-2.local”, “iMacdiMauro-3.local” e così via. Sembra che a poco serve ricambiare il nome dalla sezione “Condivisione”: dopo un po’ il nome viene ricambiato, con un nuovo numero progressivo alla fine.

Il servizio discoveryd è stato riscritto in C++, non è nell’elenco dei progetti open source di Apple, e secondo van Beijnum presenta qualche bug legato al risveglio dallo stato di stop delle macchine. La soluzione adottata al momento è stata quella di reinstallare mDNSResponder recuperando l’installazione da una macchina con OS X 10.9 Mavericks e installando alcuni elementi in single user mode. Il metodo è descritto in questo articolo ma presenta lo svantaggio di mischiare vecchi e nuovi elementi di sistema: un mix non propriamente affidabile e poco sicuro. Apple è probabilmente informata del problema (soprattutto ora che il bug è stato reso noto da Ars Technica) e un fix non mancherà di arrivare.Nome duplicato in rete

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial