Venti anni di FreeDOS

Il 29 giugno del 1994 sul gruppo USENET comp.os.msdos.apps uno studente di fisica annunciava di cercare collaboratori per creare una versione gratuita di un sistema compatibile con il DOS di Microsoft e utilizzabile liberamente da chiunque.

Il 29 giugno del 1994 sul gruppo USENET comp.os.msdos.apps uno studente di fisica annunciava di cercare collaboratori per creare una versione gratuita del DOS utilizzabile liberamente da chiunque. L’idea del progetto nacque in reazione all’annuncio da parte di Microsoft della cessazione delle vendite e del supporto tecnico per MS-DOS. Il sistema fu denominato FreeDOS e inteso inizialmente come una variante gratuita dell’MS-DOS di Microsoft. Da allora il sistema è diventato molto avanzato, aggiungendo funzionalità non previste da Microsoft (permette, ad esempio, di accedere a filesystem moderni come il FAT32, supporta dischi di grandi dimensioni) e oggi è usato in alcuni sistemi embedded, oltre a permettere di eseguire vecchie applicazioni e classici del mondo dei giochi per DOS.

FreeDOS può essere usato su Mac con uno dei tanti virtualizzatori disponibili. Il file-immagine .ISO (utilizzabile per creare il CD) da usare con Parallels Desktop, VirtualBox o VMWare Fusion si scarica da questo indirizzo. Ecco, come attivare il sistema con il virtualizzatore VirtualBox:

1) Avviate VirtualBox, selezionate “Nuova”, indicate “DOS” (o altro nome) come sistema operativo, scegliendo “Other” (altro) come tipo e “DOS” come versione. Fate click su “Continua”
2) Selezionate la quantità di memoria desiderata (4MB sono più che sufficienti) e fate click su “Continua”
3) Selezionate il disco virtuale per la nuova macchina, fate click su “Crea”, specificate il tipo di file da usare per il disco virtuale, fate click su “Continua”
4) Selezionate se allocare il disco dinamicamente o impostarlo a dimensione fissa e fate click su “Continua”
5) Indicate nome del disco virtuale e fate click su “Crea”
6) A questo punto la macchina virtuale è pronta. Fate doppio click sul nome della macchina per avviarla: verrà chiesto la copia del disco dalla quale partire: se avete masterizzato un CD con il file .ISO potete specificare quest’ultimo supporto, altrimenti potete specificare il file .ISO
7) Al primo avvio verrà richiesto come vogliano installare il sistema. Sarà prima necessario creare la partizione e poi si potrà procedere con l’installazione. È anche possibile sceglire l’italiano come lingua nel corso dell’installazione

Se cercate un sistema operativo compatible MS-DOS specifico per l’esecuzione di vecchi giochi, il nostro consiglio è di usare DosBox.

FreeDOSmacity