Visto al CES 2012: Powertrekk, riserva d’energia a celle d’idrogeno porta iPhone ovunque

Vista da vicino la speciale batteria a combustibile, un prodotto che era stato annunciato a febbraio dello scorso anno e che sarà messo in vendita in primavera. Una cella a combustibile usa l’idrogeno dell’acqua per produrre in modo pulito energia. La ricarica senza corrente è finalmente realtà.

Visto al CES 2012: Powertrekk, riserva d’energia a celle d’idrogeno porta iPhone ovunque
La parte superiore con l'attacco USB per l'accumulo di energia tradizionale

L’azienda Powertrekk produce un interessante caricabatterie a combustibile. Il prodotto nella sua forma concettuale era stato annunciato già a febbraio dello scorso anno; l’azienda ora ha comunicato l’effettiva commercializzazione e fatto sapere che questa è prevista per la primavera di quest’anno. Il prodotto sarà venduto a 229 Dollari e, anche se un po’ costosa, è di fatto la prima soluzione del genere a consentire la ricarica di dispositivi mobile tramite porta USB.

Tecnicamente una cella a combustibile usa l’idrogeno dell’acqua per produrre in modo pulito energia. La reazione avviene grazie ad un elemento intercambiabile (il “carburante”) denominato Powerpukk, dal costo di $12 e che con il passare del tempo si consuma. Il sistema prevede una batteria agli ioni di litio è da 1600 mAh come “buffer”, una cella a combustibile da 1000mAh,  ed è in grado di offrire un comodo metodo per ricaricare telefoni e smartphone quando si è all’aria aperta o si prevede di rimanere fuori di casa per molto tempo.

La cella permette di caricare immediatamente una batteria esaurita senza bisogno di ricorrere alla presa a muro e può essere utile non solo con gli smartphone, ma anche per ricaricare fotocamere e videocamere digitiali portatili, dispositivi GPS, ecc. Secondo quanto affermano i produttori, questo sistema ha il vantaggio di non essere influenzato dalle condizioni atmosferiche o condizionato dalla presenza della luce del sole, come avviene con i sistemi di ricarica a energia solare. La ricarica è affidabile e non si esaurisce come accade con le tradizionali batterie. Il prodotto è stato realizzato da un’azienda svedese (myFC, con sede a Stoccolma) che da qualche tempo lavora con le tecnologie delle celle combustibili realizzando prodotti di vario tipo per dispositivi elettronici portatili.

Qui sotto una immagine scattata allo stand del produttore con le celle di riserva e il dispositivo aperto. Sotto trovate una galleria con tutti i dettagli.

powertrek

[A cura di Mauro Notarianni]