Xiaomi Redmi 7A: le nostre prime impressioni sul muletto (quasi) tutto fare da 80 €

In prova Redmi 7A: le nostre prime impressioni sono quelle di un muletto che a poco prezzo riesce a fare (quasi) tutto.

Prime impressioni Redmi 7A, il muletto (quasi) tutto fare

Sebbene i produttori di smartphone, al giorno d’oggi, facciano sempre più a gara per guadagnarsi una fetta importante del mercato top di gamma, c’è per fortuna chi non ha rinunciato a lottare all’interno della fascia bassa, che al giorno d’oggi non è più sinonimo di scarsa qualità.

Redmi 7A è il classico esempio di smartphone low cost, con il prezzo tra i più bassi della categoria, che riesce a proporre un’esperienza Android completa. Ecco le nostre prime impressioni.

Anzitutto, all’apertura della confezione di vendita si ha una sensazione totalmente “nuova”. O meglio, si riscopre il fascino della leggerezza, considerando i suoi grammi di peso, ormai un dato utopico rispetto al panorama attuale, che conta terminali particolarmente pesanti, che alle volte si aggirano sui 180/190 grammi, e in alcuni casi anche più.

Eppure, Redmi 7A non rinuncia affatto ad un display da ben 5,45 pollici, con risoluzione HD. Le cornici laterali sono davvero ben ottimizzate, un po’ meno quelle superiori e inferiori, anche se nel complesso l’estetica non dispiace affatto.

Prime impressioni Redmi 7A, il muletto (quasi) tutto fare

Non dispiace neppure quell’effetto “giocattolo” che si ha nel tenerlo in mano, dato soprattutto dai materiali plasticosi non troppo pregiati, ma che in ogni caso sposano perfettamente la filosofia del dispositivo.

E’ economico, e dunque adatto ad un pubblico di giovani che si affaccia su questo palco per la prima volta, ma che dovranno tenere d’occhio anche i più esperti che sono alla ricerca di un muletto da portare con sé all’occorrenza.

Prime impressioni Redmi 7A, il muletto (quasi) tutto fare

A livello di caratteristiche tecniche, propone il processore Snapdragon SDM439, Octa Core, affiancato da 2GB RAM e 32 GB di memoria integrata (sulla scheda prodotto ne segnala solo 16). La scheda tecnica non è male e si guarda al processore, mentre appaiono un po datati i 2 GB di RAM.

In effetti, sin dai primi utilizzi abbiamo notato una certa difficoltà quando si tentano di aprire numerose applicazioni in background, così come più lenta diventa la navigazione web quando i tab Google aperti sono 3 o 4.

Insomma, i limiti ci sono, ma se si escludono questi naturali colli di bottiglia legati alla RAM, il terminale si comporta bene nella gestione di tutte le app base, dalle mail, alla messaggistica, dalle telefonate ai social.

Caratteristiche tecniche

  • Android 9.0;
  • Display 5.45 pollici,  (diagonale 13.84 cm);
  • Splashproof;
  • CPU Qualcomm Snapdragon 439 Octa core;
  • GPU: Adreno 505;
  • RAM 2 GB;
  • ROM 16 GB;
  • Supporto MicroSD fino a 256 GB;
  • Camera posteriore 12 MP, anteriore;
  • Batteria 4000 mAh;
  • Dual SIM: Nano + Nano con Dual Standby VoLTE;
  • No Sensore di impronte digitali.

Prime impressioni Redmi 7A, il muletto (quasi) tutto fare

Si sente un po’ l’assenza di un qualsiasi lettore di impronte digitali, anche se è presente il sistema di sblocco tramite Face ID, sfruttando la camera anteriore. Naturalmente non riesce a raggiungere gli standard degli ultimi OnePlus o Xiaomi Mi, ma funziona senz’altro meglio rispetto a tutta quella serie di terminali low cost di brand meno blasonati.

Prime impressioni Redmi 7A, il muletto (quasi) tutto fare

A primo acchito ci accorgiamo anche di una luminosità del display non troppo elevata, che potrebbe causare qualche problema di leggibilità sotto la luce diretta del sole, anche se nel complesso nulla abbiamo da lamentarci rispetto alla qualità generale dello schermo.

Stiamo pur sempre parlando di un terminale che si trova a circa 80 euro, e riesce a proporre colori comunque gradevoli, con angoli di visione piuttosto ampi: per farla breve, un film su Netflix, piuttosto che una serie TV, o un breve video su Youtube lo si guarda assolutamente senza problemi, con un audio davvero buono.

Prime impressioni Redmi 7A, il muletto (quasi) tutto fare

Rimandiamo ad una recensione approfondita per i dettagli su questo terminale. Le prime impressioni sono semplici: si tratta dello smartphone su cui puntare per regalarlo ad un ragazzino che si affaccia a questo mondo per la prima volta. O, perché no, si tratta del muletto perfetto per chi avesse necessità di un secondo telefono, anche in considerazione della batteria da 4000 mAh, che siamo pronti a scommettere farà miracoli su uno schermo HD con processore Snapdraon 439.

Prezzo e disponibilità

Incredibile, ma vero, stiamo parlando di uno smartphone da poco più di 80 euro. Clicca qui per acquistare.