È nato YouLudi, il social per arte e cultura che fa guadagnare con la pubblicità

Il social YouLudi offre visibilità globale per concerti, eventi, mostre per grandi star e musei, fino a singoli locali e artisti. Come su YouTube, chi pubblica eventi e articoli condivide i proventi pubblicitari con YouLudi. In anteprima la nuova creazione dello sviluppatore Lorenzo Puleo

youludi logo 800 ok

Con YouLudi professionisti ma anche semplici appassionati di arte e cultura hanno ora a disposizione una piattaforma social, oltre che di giornalismo collaborativo, in grado di offrire visibilità globale e locale per qualsiasi tipo di evento. Il funzionamento è semplice: chiunque voglia comunicare e pubblicizzare un evento relativo a musica, teatro, musei, conferenze può farlo pubblicando un evento o un articolo su YouLudi: come avviene con la comprovata formula di YouTube, chi pubblica divide gli introiti pubblicitari generati dalle proprie pagine con YouLudi.

youludi web 1
Non ci sono limitazioni, infatti YouLudi può essere sfruttato per pubblicare e suggerire eventi di qualsiasi dimensioni e portata. Quindi non solo concerti di star e grandi eventi delle major, ma anche artisti indie, concerti in piazza, eventi in locali e pub, artisti di strada. Lo stesso vale per gli spettacoli teatrali, piccoli e grandi, esposizioni e mostre museali, ma anche vernissage di gallerie private, conferenze di università, circoli letterari, istituti e circoli culturali, presentazioni di libri, incontri con gli autori, cinema, eventi delle pro-loco e molto altro ancora.

Per scoprire gli eventi di arte e cultura nelle nostre vicinanze basta aprire YouLudi da questa pagina web oppure tramite l’app già disponibile per iOS. Con un click o un tap vengono visualizzati al volo tutti gli eventi in programma intorno alla posizione in cui ci troviamo. In alternativa è anche possibile indicare le categorie per selezionare e visualizzare solo quelli di proprio gradimento. Per ogni evento sono mostrati diversi dettagli: oltre alla descrizione, anche foto, video, la mappa, luoghi e date, collegamenti utili anche per acquistare i biglietti, gli immancabili commenti degli utenti (moderati) e così via.

youludi web 2

Per il lancio di YouLudi Macitynet ha intervistato Lorenzo Puleo, talentoso sviluppatore italiano già conosciuto nel mondo per diversi software molto apprezzati nell’universo Apple, tra cui il best seller Kinemac per creare presentazioni d’effetto, l’app SQLTouch e molti altri ancora. Lorenzo riassume in 4 punti la mission della sua nuova creatura, in primis con YouLudi «Aiutiamo il mondo dell’arte e della cultura, in crisi da troppo tempo», allo stesso tempo «Mettiamo nelle tasche degli utenti e turisti una vetrina full-option degli eventi di tutto il mondo».

Per diversi aspetti YouLudi fonde le migliori formule viste finora nei social e nelle piattaforme di giornalismo collaborativo, come Lorenzo ben sintetizza nella sua mission «Diamo a tutti il diritto di pubblicazione. Gratis» senza dimenticare chi crea eventi e articoli perché YouLudi «Paga chi pubblica».

youludi iphone 1

Ma prima di lasciarci Lorenzo torna a parlare del cuore pulsante di YouLudi «Con YouLudi si guadagnano soldi come su YouTube. Ed è molto più facile postare un evento, scrivere del testo, trascinare e inserire una foto, scegliere un video: bastano 2 minuti. Può provare chiunque, ed è molto più rapido che fare editing di un video di successo». Ma successo e ricavi diventano ancora più positivi se condivisi «Pensa a tutti i giovani senza lavoro, agli studenti universitari, agli aspiranti giornalisti, agli appassionati di arte e cultura. Nel loro tempo libero possono inserire eventi e guadagnare anche grandi cifre».

Un altro salto della barricata e Lorenzo offre il punto di vista opposto «Per produttori e organizzatori di eventi, YouLudi è come le Pagine Gialle gratuite. Mettiamo in tasca degli utenti una vetrina full optional (con video, trailer, fotografie) dei loro eventi. Quindi invitiamo tutti i musei, gli enti del turismo, i comuni che organizzano eventi pubblici, i circoli letterari, le gallerie private, i gruppi musicali… a postare i loro eventi». Nessuno escluso, dalle star affermate fino ad arrivare ai talentuosi artisti di strada.

Il nuovo social dedicato ad arte e cultura è disponibile dalla pagina web omonima e anche sotto forma di App gratuita per iPhone e iPad.