1Password 7 Beta verifica se la password è rubata, migliora la gestione delle casseforti

1password

Nuova versione di 1Password 7 in arrivo, pratica utility per Mac, iOS, Android e Windows per gestire in sicurezza account, parole chiave, carte di credito e altro. Annnunciato 1Password Business, abbonamento pensato per le aziende

[banner]…[/banner]

Gli sviluppatori di AgileBits hanno rilasciato la versione beta di 1Password 7, nuova release della comoda applicazione/servizio multipiattaforma (Mac, iOS, Windows e Android) che consente di gestire con estrema comodità le password riempendo, ad esempio, automaticamente i moduli quando richiesto da siti web e con una miriade di altre funzionalità comode e utili per gestire in sicurezza carte di credito, note e altro: ne abbiamo parlato in dettaglio in questo articolo.

La versione beta mostra varie migliorie, incluse modifica alla versione Windows, che ora mostra una sidebar simile a quella che si vede nel software per Mac. La versione per PC integra il supporto a Windows Hello permettendo di sbloccare i vault (“casseforti” nelle quali si memorizzano le password) con l’impronta digitale o con lo sguardo (sfruttando il riconoscimento del volto).

1Password 7 Beta per Mac

1Password mini, l’add-on per i browser, è stato riprogettato e offre una nuova modalità di visualizzazione (“Large Type view”) che dovrebbe semplificare l’inserimento manuale di nuove password.

Anche la versione Mac di 1Password 7.0 è stata rivista dal punto di vista grafico con una sidebar scura e icone monocromatiche che puntano a minimizzare le distrazioni. Tutti i vault sono ora visibili nella vista sidebar, è possibile sfruttare il drag&drop tra vault o trascinare e creare vault nuovi. Le note sicure supportano il “rich formatting” (grassetto, corsivo, sottolineato e così via) grazie a linguaggio Markdown oltre a consentire di nidificare e ancorare in modo permanente i tag.

Una funzione interessante consente di sapere se una password fa parte di quelle presenti in un database di 500 milioni di password rubate; il supporto al Touch ID consente di archiviare i dati proteggendoli con la chiave integrata nell’architettura Secure Enclave dei Mac più recenti, impedendo l’accesso a terze parti. L’estensione per Safari è stata altresì riprogettata e ora è eseguita come processo singolo, appesantendo meno l’attività complessiva della CPU. Altre novità sono indicate nel “change log” che è possibile visualizzare a questo indirizzo.


È possibile scaricare 1Password 7.0 Beta per Mac e 1Password 7.0 per Windows da questo sito; essendo release preliminari, sono utilizzabili gratuitamente fino a quando non termina il periodo di test della beta. L’applicazione è utilizzabile con varie formule. La versione base costa 2,99 dollari al mese.

Gli sviluppatori hanno anche annunciato 1Password Business, abbonamento pensato per le aziende. Questa soluzione permette di offrire a ogni dipendente uno spazio in cui archiviare le password; è possibile condividere le password quando necessario, regolando l’accesso in base a permessi e restrizioni, gruppi e ruoli. È prevista anche una modalità “Managed Travel” per le trasferte e sono disponibili strumenti di reporting per gli utenti e gli amministratori.