Android Auto ridisegnato conquista tutti gli schermi touch

Android Auto ridisegnato punta a tutti gli schermi touch

L’ondata di innovazioni nelle automobili ha spinto i costruttori a implementare schermi touch di ogni dimensione, formato e disposizione nella plancia dei veicoli e non solo, soprattutto nelle auto di fascia alta: per supportare tutti questi display Google annuncia un profondo redesign di Android Auto, abbinato al supporto di praticamente qualsiasi tipo di schermo touch.

In precedenza la suddivisione della visualizzazione in split-screen per mostrare contemporaneamente navigazione, riproduzione media e messaggi, era disponibile in Android Auto solo per un numero molto limitato di modelli, come Google dichiara a The Verge. Ora invece è disponibile per tutti gli utenti, indipendentemente dal tipo, grandezza, modello e formato di schermo touch presente a bordo.

Android Auto ridisegnato punta a tutti gli schermi touch

Google precisa che non ci saranno problemi con i più grandi schermi in modalità ritratto e nemmeno con quelli giganti che si sviluppano invece in orizzontale. La gestione migliorata degli schermi con split-screen va di pari passo con il rinnovo dell’interfaccia utente che punta a semplificare la gestione di navigazione, controllo multimediale e comunicazioni mentre l’utente è alla guida.

Sfruttando la suddivisione del display tutte le informazioni principali e i controlli sono sempre in vista: l’utente si distrae meno dalla strada perché non deve navigare e scorrere tra diverse pagine per trovare ciò che desidera.Android Auto ridisegnato punta a tutti gli schermi touch

Questo anche grazie alle nuove risposte standard per i messaggi, già pronte per esempio per informare sul nostro orario di arrivo, che l’utente può inviare al volo con un singolo tap rapido mentre è al volante. Anche l’assistente Google Assistant migliora suggerimenti e consigli in base al contesto, per esempio per richiamare al volo una telefonata persa.

Due novità anche per le auto con sistema di bordo basato su Android Automotive. Google amplia le funzioni di intrattenimento con il supporto per le app di streaming video: al CES ha debuttato YouTube, ora sono in arrivo Epic Now e Tubi TV. Naturalmente lo streaming e la visualizzazione dei video è possibile solo quando il veicolo è parcheggiato.

Infine presto gli utenti di smartphone Android potranno inviare in streaming i contenuti per visualizzarli sullo schermo di bordo dell’auto. Per altre novità presentate in occasione di Google I/O 2022 è possibile partire da questa pagina.

Per tutti gli articoli di macitynet che trattano di automobili, veicoli elettrici, mobilità smart e guida autonoma rimandiamo alla sezione ViaggiareSmart del nostro sito.

Articolo precedenteOtto iPad 10,2 al prezzo minimo, solo 339 € con spedizione immediata
Articolo successivoReMarkable, l’unicorno norvegese che ha scommesso sui tablet eInk