HP «Apple abbandona gli utenti pro» presenta l’alternativa ZBook Studio

Alla presentazione del nuovo portatile top HP ZBook Studio il costruttore prende di mira MacBook Pro. Jeff Wood, vice presidente HP dichiara che «Apple continua ad abbandonare il mercato pro, lasciando grandi opportunità».

HP ZBook Studio 5

Un tempo Apple sfidava i PC Windows, ora è esattamente il contrario. Dopo il Surface Book di Microsoft ora arriva un nuovo pretendente al trono dei portatili professionali più ambiti: si tratta di HP ZBook Studio che lo storico costruttore di computer ha presentato negli Stati Uniti come una alternativa più potente, versatile e affidabile dei MacBook Pro di Apple. Non solo: le dichiarazioni pronunciate dai dirigenti HP durante l’evento non mancheranno di suscitare commenti e dibattiti, soprattutto tra i fan della Mela e in modo particolare da chi usa il Mac per lavoro.

“Apple continua ad abbandonare il mercato professionale – ha dichiarato senza giri di parole Jeff Wood, vicepresidente di HP, riportato da Ubergizmo, proseguendo – lasciando una grande opportunità di espansione per il nostro business nei media e intrattenimento, produzione video, animazione 3D, e anche in situazioni in cui i broadcast stanno cercando di effettuare l’aggiornamento a una soluzione più affidabile”. Il segmento di mercato a cui punta HP ZBook Studio è chiaramente quello dei professionisti digitali, da anni nocciolo duro dell’utenza Mac e dei portatili top della Mela MacBook Pro.

Il nuovo HP ZBook Studio sembra progettato per superare in specifiche sia Microsoft Surface sia i MacBook Pro, il tutto in una macchina dal design ricercato, relativamente sottile e leggera tenendo presente la configurazione. In questa famiglia infatti è possibile scegliere e configurare il portatile con processori Intel Core i5 e Core i7 ma anche con i nuovi Intel Xeon mobile. La memoria RAM può arrivare fino a 32 GB o addirittura 64 GB, mentre per lo storage si arriva a un massimo di ben 2 terabyte, contro 1 TB massimo di Surface e MacBook Pro.

Grande scelta anche per il comparto grafico in cui l’utente può limitarsi a una scheda video integrata oppure optare per processori grafici dedicati più potenti, fino a Nvidia Quadro M1000M. Sono previsti modelli da 15″ e anche da 17″, diagonale abbandonata da tempo da Apple nei portatili pro: l’utente può anche scegliere tra uno schermo Full HD, Ultra HD fino alla risoluzione 4K. I prezzi naturalmente variano in base a modello e configurazione, a partire da 1.699 dollari con arrivo previsto a dicembre.

HP ZBook Studio 1 family