Apple chiede 1 miliardo di dollari a Samsung per violazione dei brevetti iPhone

Nel 2012 Samsung fu condannata a pagare ad Apple 1 miliardo di dollari per aver violato alcuni brevetti iPhone, somma poi più che dimezzata. Nel nuovo processo Apple richiede la stessa somma, agli antipodi invece la proposta dei sud coreani

Nel nuovo processo Apple contro Samsung, la multinazionale di Cupertino chiede 1 miliardo di dollari ai sud coreani per rimborso e danni provocati dall’aver violato alcuni brevetti relativi a iPhone. Nessuna sorpresa quindi per chi ha seguito la lunghissima battaglia legale Apple contro Samsung, si tratta infatti della stessa somma a cui Samsung era stata condannata a pagare al termine del primo processo conclusosi nel 2012.

Nel corso degli anni però e delle varie revisioni del processo Apple contro Samsung, la somma iniziale è stata più volte ridotta, fino ad arrivare a 290 milioni di dollari. Infatti la prima condanna del 2012 per un totale di 1,05 miliardi di dollari era stata praticamente dimezzata a 548 milioni di dollari, somma che Samsung allora effettivamente versò nelle casse di Cupertino.

apple chiede 1 miliardo a samsung, foto silohuette di telefoni Galaxy e iPhone

Nel frattempo però tramite ricorsi in tribunale Samsung è riuscita ad ottenere ulteriori riduzioni: alcuni brevetti di Apple sono stati considerati non validi, mentre la violazione di Samsung è stata appurata per alcuni brevetti di design relativi al primo iPhone, portando la somma dovuta a Cupertino a 399 milioni di dolllari, somma di nuovo contestata da Samsung.

Considerando che la guerra legale Apple contro Samsung si protrae da oltre 6 anni e che il finale è stato più volte riscritto, molti auspicano che questa sia l’ultima vera puntata. Ma anche questo nuovo ultimo processo non è iniziato nel migliore dei modi. Ci sono volute ben 24 ore semplicemente per scegliere i giurati e, ancora una volta, le richieste delle due parti sembrano inconciliabili.
apple samsung 1 miliardo, foto terminali samsung prima e dopo iPhoneInfatti mentre Apple torna a chiedere 1 miliardo di dollari, così come aveva stabilito la prima sentenza del 2012, i legali di Samsung ora puntano a una somma ancora più ridotta rispetto a tutti i tagli precedenti, vale a dire 28 milioni di dollari.

I legali di Cupertino sostengono che Samsung sia riuscita ad ottenere 3,3 miliardi di dollari di fatturato e 1 miliardo di dollari di profitto proprio violando 3 brevetti di design iPhone oltre a due brevetti “utility” vale a dire relativi al funzionamento dell’interfaccia. Viceversa i legali di Samsung sostengono che i brevetti Apple violati riguardano solo una piccola parte dei dispositivi venduti e che il rimborso deve essere considerato non sul totale di fatturato e profitti ma solo su una percentuale di questi.