Apple voleva comprare il settore modem per cellulari di Intel

La Casa di Cupertino ha per un bel po' di tempo contemplato l'acquisto del business chip-modem di Intel per ottenere il 5G per l'iPhone.

Intel iPhone con chip-mode di Intel

Per ottenere prodotti per i suoi futuri smartphone, Apple ha preso in considerazione la possibilità di acquistare l’attività di Intel che si occupa di chip-modem. Lo rivela The Wall Street Journal spiegando che Intel e Apple hanno cominciato a discutere questa possibilità dalla scorsa estate; i negoziati sono proseguiti per mesi ma alla fine la Casa di Cupertino ha preferito accordarsi con Qualcomm.

Le fonti del giornale finanziario statunitense riferiscono che Intel sta ancora esplorando “strategie alternative” per la divisione chip-modem e continua a essere interessata a cedere tutto ad una azienda come Apple o altre.

Bob Swan, amministratore delegato di Intel, in una intervista ha spiegato che l’azienda da lui guidata continua a essere interessata a considerare delle alternative, “in base a cosa è meglio” per le proprietà intellettuali di Intel e i suoi dipendenti.

Secondo una non meglio precisata fonte del WSJ, la vendita delle attività legate ai chip-modem, consentirebbe a Intel di scaricare costose attività che portano perdite per circa 1 miliardo di dollari l’anno. “La vendita comporterebbe la cessione di staff, del portafogli di brevetti e tutto ciò che riguarda la progettazione dei modem di varie generazioni di tecnologie wireless”, spiega Patrick Moorhead, analista finanziario direttore di Moor Insights & Strategy.

Intel XMM 7560
Intel XMM 7560

Intel è diventata fornitore di chip-modem per Apple dalla fine del 2016, una scelta nata per contrastare Qualcomm, azienda con la quale fino a poche settimane addietro erano in corso battaglie su brevetti, royalty e formule operative di impresa.  La Mela aveva scelto la Casa di Santa Clara come fornitore unico dei Modem 5G per gli iPhone; ha successivamente cercato di ottenere anche i modem 5G ma a un certo punto sono cominciate a circolare voci secondo le quali Intel non sarebbe stata in grado di garantire questo componente neanche per il 2020 e Apple, volente o nolente, è stata in qualche modo costretta alla pace con Qualcomm.

Intel, non potendo garantire chip-modem 5G a Apple, ha preferito non continuare lo sviluppo di un componente che non avrebbe utilizzato nessuno, anche per via del processo costruttivo usto (14nm, quando i concorrenti sono già sui 7nm). Poche ore dopo l’annuncio dell’accordo Qualcomm-Apple, Intel ha annunciatol’addio al mercato dei modem 5G