Apple: un miliardo di dollari a Sharp per avere schermi per iPhone e iPad

Apple secondo un analista avrebbe finanziato Sharp con un milardo di dollari per ammodernare uno degli impianti della società giapponese dove vengono costruiti schermi LCD. L'obbiettivo è avere per prima e in larghe quantità display per iPad e iPhone.

Potrebbe essere di almeno un miliardo di dollari l’investimento programmato da Apple quale contributo per la costruzione di un nuova linea di produzione di Sharp da dove usciranno schermi per iPad e iPhone. La cifra viene riportata in una nota di David Rubinstein, analista di MF Global FXA Securities e citata da Reuters.

Il miliardo di dollari corrispondenti a circa 700 milioni di euro, sarebbe destinato all’impianto di Kameyama da cui escono i display Quatron e che Sharp, come noto, vuole ammodernare per fornire ai suoi clienti schermi di dimensioni ridotte. Apple supportando l’investimento necessario per una larga parte del costo finale (circa 2 miliardi di dollari) si assicurerebbe la possibilità di supervisionare la produzione, dettarne tempi e modi e ricevere in via privilegiata le forniture che le servono per i suoi dispositivi mobili.

Ricordiamo che Sharp non è l’unico produttore di display al mondo ad essere in trattative con Apple per ricevere un investimento su un impianto di produzione di display. Anche Toshiba avrebbe pianificato un ammodernamento parallelo a quello della concorrente, parzialmente finanziato da Cupertino. Assicurandosi le forniture di Sharp e Toshina, Apple si avvantaggerebbe considerevolmente  rispetto ai concorrenti, differenzierebbe i suoi partner nel settore delle forniture di schermi per dispositivi mobili (riducendo la dipendenza da Samsung) e avrebbe a disposizione per prima le più moderne componenti nel settore degli schermi. Larga disponibilità e modernità degli schermi, inutile precisarlo, sono due fattori chiave nell’ambito in cui combattono iPhone e iPad.

L’impianto di Kameyama dovrebbe essere terminato nella seconda metà del 2012. Sharp dovrebbe produrre nella nuova linea schermi LCD p-Si o al silicio policristallino, una materiale che permetterà ad Apple di realizzare smartphone ancora piu sottili o a maggior autonomia.