Arcade è la startup di videogiochi sotto l’ala protettrice di Google

Il colosso della ricerca su Internet, Google, annuncia la creazione di una startup di videogiochi, sotto il nome "Arcade".

Il colosso della ricerca su Internet, Google, annuncia la creazione di una startup di videogiochi, sotto il nome “Arcade”. Con questa mossa il colosso mette sotto la sua ala protettrice un’altra startup, che in futuro potrebbe rivelarsi utile per i servizi offerti dal gigante della ricerca.

E’ Michael Sayman il fondatore e co-proprietario di Arcade. Oggi ventunenne, Sayman ha lavorato per Facebook come stagista all’età di 17 anni, e ha lasciato il colosso del social network per Google solo lo scorso anno. La prima applicazione concreta di Arcade è prevista già per questa estate, quando probabilmente rilascerà un gioco a quiz.

Un portavoce di Google ha confermato ai microfoni di Bloomberg che “Arcade” esiste e che è “focalizzata sul gioco mobile con gli amici”. Quasi certamente, dunque, la società sfornerà titoli incentrati sull’esperienza multiplayer. Il portavoce, però, non ha fornito alcun dettaglio sui prodotti o progetti specifici del team, e ha solo suggerito che si tratta di un esperimento appena nato, e che è impossibile condividere ulteriori informazioni al momento.

startup di videogiochi

Lo stesso rapporto, poi, aggiunge che Arcade fa parte del team Area 120, una divisione in cui vengono selezionati alcuni dipendenti Google autorizzati a lavorare su piccole start-up che esistono già sempre all’interno e sotto l’ala di Google. Facile aspettarsi, allora, l’arrivo sul Play Store di giochi multiplayer, magari in chiave social network, in cui i vari utenti collaborino tra di loro per giungere al risultato.

Resta da vedere, però, quando Arcade di Google annuncerà il suo primo gioco per smartphone o tablet. Ad ogni modo, la mossa arriva un po’ a sorpresa, e una software house interna a Google per lo sviluppo di giochi mobili non potrà che far piacere a tutti i giocatori mobili.