I Chromebook con dual boot Windows potrebbero non arrivare mai

Per qualche tempo Google ha sperimentato la possibilità di creare Chromebook in grado di eseguire anche Windows in dual boot. Ma ora il progetto sembra arenato definitivamente e per una buona ragione

Google Meltdown

La possibilità di usare due sistemi operativi sulla stessa macchina è una manna per chi deve lavorare con app e software disponibili per una sola piattaforma: l’idea alla base di Apple Bootcamp per avviare i Mac con Windows è la stessa che ha ispirato il progetto dei Chromebook con Windows in dual boot. Su Mac per molti l’alternativa migliore è comunque la virtualizzazione, per esempio con Parallels Desktop.

Per circa due anni Google sembra abbia sperimentato l’idea di realizzare Chromebook con Windows, un progetto indicato internamente con Project Campfire, ora però secondo nuovi indizi sembra che non vedremo mai macchine di questo tipo.

Per qualche tempo sembrava invece che Project Campfire fosse già a buon punto e che ormai non mancava molto al possibile rilascio delle funzionalità dual boot per Chromebook per eseguire Windows.
Samsung Chromebook Plus V2, ora anche in versione LTEGoogle non ha mai rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito, in ogni caso l’indizio dello stop definitivo del progetto è segnalato da un utente Reddit, secondo il quale Big G avrebbe ritirato tutto il codice Alt OS per la gestione della modalità di avvio doppia. Non solo: per il codice in questione sembra non ci siano stati sviluppi né aggiornamenti fin da dicembre dello scorso anno, lasciando ipotizzare che il colosso di Mountain View abbia abbandonato il progetto ancora prima.

Abbinare i prezzi super abbordabili dei Chromebook con lo sterminato parco software di Windows poteva essere una valida idea sulla carta ma, presumibilmente, il progetto ha dovuto fare i conti con la realtà.

ASUS annuncia Chromebox 3, la sfida economica al Mac MiniL’ipotesi più accreditata infatti sulla possibile fine di Project Campfire era prevedibile fin dall’inizio e parte dai requisiti di Windows, piuttosto esigenti, rispetto alle specifiche tecniche di serie sulla maggior parte dei Chromebook. Una installazione Windows infatti richiede almeno 40 GB di spazio, quantitativo decisamente superiore alla capacità di archiviazione di serie in numerosi Chromebook, molti dei quali sono proposti con uno storage a bordo di solamente 32GB.

Pe il momento rimane aperta l’alternativa opposta, vale a dire convertire in Chromebook un vecchio Mac o PC non più aggiornabili con le versioni più recenti dei rispettivi sistemi operativi. Qui la soluzione CloudReady per il dual boot, invece per convertire vecchi Mac in Chromebook è possibile consultare questa guida di Macitynet.