Le migliori app per organizzarsi con iPhone e iPad, le migliori del 2014

Se state pensando di usare iPhone per organizzare la vostra vita, Macitynet vi viene incontro. Ecco le migliori app per tenere tutto sotto controlllo con lo smartphone Apple e anche iPad. È la nostra selezione delle migliori per il 2014.

Organizzarsi in ufficio a casa, a scuola richiede tempo, metodo, ma con iPhone e iPad e le app giuste tutto può diventare più semplice. Ecco la selezione di Macity: le migliori app per organizzarsi con iPhone e iPad sullo Store nel 2014.

1) ThingsThings icon175x175

Lo strumento definitivo per mantenersi organizzati: seguendo la metodologia “Detto Fatto!” di David Allen oppure creando la propria lista di to-do su misura, questa app promette di cambiare la vostra vita a condizione che siate sufficientemente disciplinati da utilizzarla tutti i giorni per tutte le vostre attività. La sincronizzazione via cloud tra iPhone, iPad e Mac funziona perfettamente (attenzione perché ci sono due app separate da comprare per iPhone e per iPad) e consente creare lunghe liste di elementi da completare, con tanto di note e date di scadenza, tag, progetti e aree di competenza. Molto meglio dell’equivalente di OmniGroup, Things è sicuramente la migliore app in assoluto per organizzarsi e lavorare in modo produttivo, mantenendo sotto controllo al tempo stesso la propria vita privata. Ideale anche per le famiglie molto organizzate. Sullo Store a 8,99 euro.

2) WunderlistWunderlist icon175x175

La versione “dei poveri” degli strumenti per fare liste di to-do, con una marcia in più rispetto ad altre offerte free disponibili su iTunes. A partire dal fatto che Wunderlist si può sincronizzare senza problemi e, se si desidera fare l’acquisto in-app, renderla anche completa quasi a livello della concorrenza più blasonata. La cosa interessate di questa app è che viene utilizzata quotidianamente da milioni di persone, e che permette di fare cose che i puristi delle liste di to-do non ritengono necessarie: condividere liste, collegare documenti, note, Pdf e immagini ai to-do, cambiare gli sfondi, delegare i to-do ad altre persone. Se solo fossimo davvero così organizzati e collaborativi, il mondo sarebbe migliore? Wunderlist è gratuita, ma si può passare a Wunderlist Pro con un acquisto in-app di 4,49 euro al mese o 49,99 euro all’anno.

3) WorkFlowyWorkFlowy icon175x175

È considerata una specie di enfant prodige del mondo della produttività personale. E crea dipendenza: WorkFlowy è un sistema molto lineare, tipografico, per creare liste di cose da fare annidate, cioè su più livelli. Proprio questa sua caratteristica in realtà lo rende uno strumento molto potente, perché può essere utilizzato come outliner per “pensare” dentro la lista di idee e sotto-idee: c’è chi ha schematizzato progetti, libri, tesi di laurea, interi universi dentro questa apparentemente semplice app. La grafica minimalista è meravigliosa e potente. Disponibile anche via web per PC e Mac (con Chrome diventa una app stand-alone su Mac) e per Android oltre che per iOS, WorkFlowy (gratis per iPhone sullo Store) adotta un modello “freemium piramidale”: si hanno a disposizione 250 righe da scrivere/modificare al mese, altrimenti bisogna pagare per avere spazio illimitato, ma se si fa entrare un amico nel sistema le nostre (e le sue) righe aumentano di altre 250, senza limiti.

Things screen568x568Wunderlist screen322x572WorkFlowyscreen568x568