Commodore 64, il re degli home computer è vivo e sta per tornare

Il Commodore 64 risorgerà a grandezza naturale, con il nuovo clone in uscita a dicembre 2019: per caricare i giochi si dovrà utilizzare il linguaggio di programmazione BASIC

Il  Commodore 64 risorge grazie al clone a grandezza naturale in arrivo quest’anno

Diciamolo pure chiaramente, il Commodore 64 mini uscito lo scorso anno ha deluso le aspettative, soprattutto per la tastiera in miniatura che non funzionava veramente. I nostalgici, però, saranno a breve accontentati, con una nuova versione del Commodore 64, questa volta a grandezza naturale, con una tastiera degna di riportare ai fasti di un tempo l’home computer più venduto degli anni ’80.

Il “nuovo” Commodore 64 a grandezza naturale fu annunciato nel lontano 2016, ma allora la campagna Kickstarter non riuscì a raggiungere il suo obiettivo di finanziamento. Il progetto fu allora messo in stand by, nell’attesa che il Commodore 64 Mini riuscisse a riaccendere la fiammella nell’utenza.

Adesso che il C64 è nuovamente sotto i riflettori, l’arrivo di questo clone a grandezza naturale stuzzica sogni e ricordi di intere generazioni che con il Commodore 64 hanno compiuto i primi passi nei videogiochi, nella programmazione e nell’informatica.
Il  Commodore 64 risorge grazie al clone a grandezza naturale in arrivo quest’annoAvrà esattamente lo stesso look e e le stesse dimensioni dell’originale Commodore 64 rilasciato per la prima volta nel 1982. La tastiera sembra avere lo stesso layout (e si spera sia costruita con tasti che emulino la sensazione dell’originale) oltre ad avere l’iconica finitura beige che ha caratterizzato l’home computer più venduto della storia. Inoltre è dotato di BASIC preinstallato, e può essere commutato tra le modalità  C64 classico e Commodore Vic 20.

Qui, però, sembrano finire le somiglianze. Già, perché il nuovo C64 include una porta HDMI, quindi può essere facilmente collegato a TV moderne, anche se raggiungerà la risoluzione massima di 720P, quindi non aspettatevi di poter finalmente giocare a Mission Impossible in 4K. Include anche la stessa collezione di 64 giochi della serie C64 Mini, ma per migliorare il gameplay il joystick è stato aggiornato con nuovi microinterruttori, quindi si spera sarà anche più reattivo dell’originale.

Il Commodore 64 risorge grazie al clone in arrivo quest’anno

Oltre alla raccolta in bundle di giochi classici, gli utenti potranno collegare una chiavetta di memoria flash a una delle quattro porte USB e caricare qualsiasi ROM del C64 o VIC20. E, sì, nel vero stile C64, si dovranno caricare le ROM utilizzando la sintassi BASIC.

Questa nuova edizione del Commodore 64, battezzata semplicemente C64, sarà rilasciata il 5 dicembre 2019, e avrà un prezzo di circa 120 euro, decisamente più costosa del C64 Mini; la tastiera funzionante, però, potrebbe per molti valere il prezzo di acquisto maggiorato.

Per i nostalgici a caccia di ricordi e anche per chi vuole conoscere la storia di Commodore rimandiamo a questo articolo scritto nel 2012 per la scomparsa di Jack Tramiel, il leggendario fondatore della società, invece partendo da questo articolo trovate il libro gigante fotografico sul Commodore 64 e i suoi giochi più famosi.