Cosa aspettarsi al Google I/O 2017, da Android O all’auto che si guida da sola

Ecco i temi che Google potrebbe affrontare al prossimo Google I/O2017: da Android O all'auto che si guida da sola.

Tra gli appuntamenti che i nativi digitali non potranno mancare in questo mese di maggio,  il Google I/O 2017, evento importante e classico per la società di Mountain View, che lo userà come sempre per molteplici annunci, sia sul nuovo software, che sul nuovo hardware. Ecco tutto quello che si aspetta dalla prossima manifestazione di Google, che prenderà le mosse tra meno di 48 ore.

Android O

Protagonista del palco, certamente, sarà Android O, prossima major release del sistema operativo mobile di Google che andrà pian piano a sostituire Android Nougat. Tra le principali novità del nuovo OS mobile, la modalità split-screen, la capacità di rispondere ai messaggi di testo direttamente dalla notifica, e anche la funzione Doze, che permetterà di risparmiare batteria.  Sembra che il prossimo sistema avrà particolare attenzione per gli avvisi,  che saranno ulteriormente razionalizzat, mentre le modifiche maggiori saranno sotto al cofano, non troppo visibili a prima vista.

i

Google Home 2

Sebbene in Italia non sia ancora arrivato il primo modello, per via del mancato supporto alla nostra lingua da parte di Google Assistant, il prossimo I/O 2017 potrebbe svelare Google Home 2. E’ facile aspettarsi la nuova periferica, perché servirà anche per contrastare l’avanzata di Amazon Eco, che proprio in questi giorni ha presentato il nuovo modello Show, con tanto di touch screen. Inoltre, è d’obbligo che Google Home 2 inizi a farsi strada sulla scena, perché il prossimo giugno, alla WWDC17, si potrebbe anche palesare un nuovo concorrente: lo speaker Apple alimentato da Siri.

Daydream e VR

Google è una delle aziende che più sta spingendo sul versante della realtà virtuale. Per questo, allora, è possibile che il prossimo 17 maggio Google torni sull’argomento, annunciando migliorie e nuovi sviluppi per la  piattaforma software denominata Daydream , che cerca di unificare smartphone, controllori e applicazioni, per lavorare al meglio con la tecnologia VR. Difficile che sul palco possa esserci una nuova edizione del visore 3D lanciato lo scorso anno, anche perché nessun rumor è mai trapelato in rete in questi mesi.

Auto self-drive

Ancora utopia, eppure l’auto che si guida da sola è al centro dell’attenzione di numerosi colossi della tecnologia. Anche Apple, di tanto in tanto, lascia andare qualche indizio su un possibile sviluppo dell’auto self drive, anche se nel campo è Google quella che si è più esposta. E’ dal 2015 che Mountain View lavora al campo dei veicoli autonomi,  o almeno è dal 2015 che se ne ha notizia. Al Google I/O la società dovrebbe fare il punto della situazione, mostrando l’avanzare dei lavori, facendo il punto della situazione e fornendo una chiara indicazioni delle prospettive del settore. Non è da escludere che Google possa mostrarla in azione, dando dimostrazione delle potenzialità dell’auto che si guida da sola.

tomtom autonomos

Android Auto

Se il futuro delle auto made in Google saranno quelle a guida autonoma, il presente è Android Auto. In prima linea c’è Hyundai, sempre al passo con gli aggiornamenti.  Inoltre, è facile aspettarsi che Google parli dell’app Android Auto, che permette a tutti gli utenti di disporre del sistema di navigazione all-in-one, anche senza disporre di una vettura di nuova generazione. Ad esempio, al prossimo Google I/O si potrebbe parlare dell’integrazione con Waze, navigatore social acquisito da Alphabet, che a breve potrebbe risultare compatibile con Android Auto.

android auto smartphone app

Chrome OS

E’ un peccato che, sino ad oggi, Google non sia riuscita far incontrare completamente Chrome OS e Android. Qualcosa, però, cambierà a breve, ad iniziare dal fatto che tutti i Chromebook 2017 saranno in grado di eseguire applicazioni Android. Al Google I/O la società potrebbe finalmente mostrare qualcosa di più, per ottenere quell’unificazione dei sistemi operativi che ad oggi manca, e che permetterebbe a Mountain View di offrire un’esperienza Desktop davvero appagante.

app Android Chrome OS

Fuchsia

Da tempo Google lavora ad un nuovo sistema operativo per smartphone che dice definitivamente addio alla base linux. Attualmente noto con il nome in codice Google Fuchsia, potrebbe materializzarsi all’improvviso sul palco del Google I/O: di qualche giorno fa le prime schermate, che lasciano intravedere i nuovi menù e una UI completamente rivoluzionata.

Android Waer 2.0

Il mercato degli smartphone Android, dopo anni sullo spalle, inizia a diventare interessante. Il recente Android Wear 2.0 rende gli orologi smart più funzionali e soprattutto indipendenti rispetto al passato. Quasi certamente Android Wear 2.0 sarà protagonista sul palco del Google I/O, magari con qualche aggiornamento minore, mentre è esclusa la possibilità che Mountain View possa anche solo accennare ad Android Wear 3.0.