Dodocool DA50, il cavetto Lightning con lettore microSD incorporato

Macitynet mette alla prova Dodocool DA50, un cavetto Lightning da portare sempre in tasca: il punto di forza è il lettore microSD incorporato, per archivio, backup dei file e non solo

Dodocool DA50
fatto

Con i nuovi iPhone, capaci di registrare video in 4K e con la nuova modalità Foto Live che aumenta il peso digitale delle fotografie, non è difficile ritrovarsi con la memoria del telefono piena ed impossibilitati a catturare proprio quell’attimo tanto desiderato.

E’ per questo che sul mercato spopolano le chiavette con connettore Lightning, accessori da infilare in tasca e capaci di aumentare lo spazio di archiviazione spostando al suo interno tutti i file multimediali.

La nostra redazione ha avuto la possibilità di provare Dodocool DA50, una soluzione leggermente diversa e che si rivela utile in più di un contesto. Si tratta, in breve, di un cavetto Lightning da usare in qualsiasi momento per ricaricare iPhone e iPad ma anche trasferirne i dati sul computer oppure, all’occorrenza, all’interno di una microSD grazie al lettore incorporato.

Dodocool DA50

Com’è fatto

A prima vista può sembrare in tutto e per tutto un semplice cavetto Lightning da tenere sempre in tasca. E’ lungo 15 centimetri (connettori compresi), quanto basta per garantire un comodo collegamento con una qualsiasi batteria d’emergenza o, all’occorrenza, con la presa USB di Mac e computer per la sincronizzazione dei dati con iTunes.

Il cavetto vero e proprio misura intorno ai 10 centimetri ed è accompagnato da una guaina con rivestimento in nylon, scelta che evita irrigidisce leggermente il cavo e ne migliora la durabilità nel tempo. Entrambi i connettori sono rivestiti in alluminio, materiale che anche qui accontenta l’esigenza di avere un prodotto solido e resistente, anche in vista del fatto che si tratta di un cavo da tenere sempre in tasca, quindi più soggetto ad usura di altri usati unicamente in casa che, invece, al termine di ogni utilizzo possono venire tranquillamente riposti in un cassetto.

La spina Lightning è piuttosto piccola, non abbastanza per collaborare con tutte le custodie per iPhone, specialmente quelle shockproof che potrebbero dover essere rimosse temporaneamente per garantire il corretto collegamento del cavetto. Il connettore USB è invece molto più grande, questo perché non si limita a proteggere la spina ma perché incorpora anche un lettore microSD.

Riguardo quest’ultimo, non ci sono aperture laterali. A prima vista si potrebbe anche non credere che ci sia questa possibilità, in quanto la scheda andrà infilata nella piccola apertura nella spina stessa. Quando inserita andrà infatti a “completare” il cavo, chiudendo quella piccola parte – nei comuni cavi – normalmente in plastica che irrobustisce la presa.

Lo scambio o l’eventuale rimozione delle microSD viene gestito dalla piccola sporgenza di cui sono dotate proprio queste ultime: non ci sono scatti, né sistemi a molla che facilitano l’operazione che, ad ogni modo, anche così risulta abbastanza pratica.

L’applicazione di supporto

Nel momento in cui infiliamo il cavetto nell’apposita presa di iPhone e iPad, il sistema ci chiederà di installare l’app o, nel caso la trovasse già presente in memoria, di avviarla per accedere ai file e gestire backup e trasferimento dei dati tra le due parti.

L’interfaccia grafica è molto scarna, semplice e, se non fosse per le traduzioni delle voci di menù a volte poco chiare, anche facile da gestire. Ci sono sostanzialmente due aree, una denominata iPhone (o iPad), l’altra, My Drive, che rappresenta invece la memoria della microSD.

Completano la schermata iniziale cinque diversi pulsanti:
– Camera, per accedere alla fotocamera e scattare foto che saranno memorizzate direttamente nella microSD
– Video, come la precedente, ma relativa alla registrazione di filmati
– Foto, per accedere al rullino del dispositivo iOS e gestire il trasferimento di foto e video
– Contatto, per fare un backup dei contatti in rubrica o ripristinarli da un backup creato in precedenza
– iCloud Drive, per accedere al servizio Apple e gestire direttamente i file con il proprio cloud

In basso, l’icona di un ingranaggio, porta alla pagina delle Impostazioni, dove è possibile attivare gli interruttori per visualizzare i file nascosti, mostrare l’estensione dei file, abilitare l’accesso all’app con PIN e Touch ID e dare uno sguardo alla guida utente (in inglese).

Dodocool DA50

Come va dal lato Lightning

In generale questo prodotto si comporta bene, specialmente se lo si utilizza per l’archiviazione ed il backup dei file. Presa confidenza con le varie voci di menù, sono sufficienti pochi click per fare una copia di foto e video presenti su iPhone e spostarli su una cartella all’interno della microSD, o viceversa. Sì, perché l’applicazione offre anche la possibilità di copiare qualsiasi tipo di file (anche pacchetti .dmg) dalla microSD all’iPhone, che diventa così una sorta di “disco di backup” per i propri file, anche se nel caso di particolari formati non sarà possibile avviarli dal dispositivo.

Non ci è piaciuto, invece, il funzionamento del sistema che permette di scattare fotografie o registrare video direttamente all’interno della memoria microSD, per diversi motivi. Innanzitutto, tutti i file saranno registrati in verticale, anche se si mantiene il dispositivo in orizzontale: si tratta di un problema software che potrebbe essere risolto con un futuro aggiornamento, ma allo stato attuale (versione 1.6.0) non è la soluzione migliore sebbene questa potrebbe essere un’interessante funzione ad esempio in vacanza, archiviando fin dalla fase di scatto i vari file per poi visualizzarli o trasferirli con facilità sul computer al rientro. Inoltre, i video sono registrati in HD a 1.280 x 720 pixel, una risoluzione inferiore al Full HD 1.920 x 1.080 pixel che invece può offrire il nostro iPhone 6 Plus attraverso l’app Fotocamera nativa.

Comoda invece la funzione che permette di progettare l’accesso a cartelle e singoli file con una password, così come ci è piaciuto il text editor incorporato che permette di creare rapidamente un file .txt dove appuntarsi note ed interi testi. Tra le opzioni c’è anche la funzione che permette di archiviare un’immagine semplicemente copiata in memoria.

Dodocool DA50

Come va dal lato USB

Inserendo la spina USB nella presa di un computer è possibile leggere il contenuto della microSD proprio come si farebbe con un qualsiasi lettore di schede o una chiavetta USB. In questo modo si possono ad esempio trasferire film o interi archivi di foto da visualizzare direttamente sul dispositivo, ma anche documenti di vario genere. Ad esempio, è possibile visualizzare un’anteprima dei file .pdf, .doc, .xls, .ppt, mentre non vengono riconosciuti i documenti di Pages, Numbers e Keynote di Apple.

Il lettore microSD incorporato è anche piuttosto veloce. Abbiamo fatto qualche prova confrontando la velocità di trasferimento dati con alcuni lettori USB e SD che avevamo in casa, nello specifico copiando il contenuto di una cartella del peso di circa 1.4 GB contenente file di formati diversi, impiegando grossomodo le stesse tempistiche su ciascun lettore (la differenza è di pochi secondi tra uno e l’altro).

Abbiamo inoltre scoperto che non è possibile lettere la microSD dal computer quando iPhone o iPad sono collegati alla presa Lightning: anche collegandoli contemporaneamente, il sistema darà la precedenza alla lettura della microSD su iOS, quindi non è possibile pensare di collegare il cavo al computer e poi all’iPhone per spostare rapidamente i file dal telefono alla microSD e quindi al computer (o viceversa): per eseguire operazioni di questo tipo si dovrà procedere per gradi, collegando prima il cavetto allo smartphone/tablet (o al computer), trasferendo i file e quindi scollegando il dispositivo per collegarlo al computer (o allo smartphone/tablet).

Dodocool DA50

Conclusioni

Dodocool DA50, come altri prodotti di questo genere, aumenta lo spazio di iPhone e iPad in quanto permette di accedere al contenuto di una microSD attraverso il lettore incorporato. Il vantaggio non trascurabile è la possibilità di sfruttare lo stesso accessorio anche per ricaricare i dispositivi collegati o sincronizzare i dati con iTunes, una caratteristica che non avevamo riscontrato con altre chiavette Lightning di questo tipo.

Pro

– Materiali durevoli
– Legge le microSD piuttosto che offrire una memoria interna non sostituibile
– Funziona con iPhone e iPad
– Garantisce anche ricarica e sincronizzazione dati con iTunes
– Trasforma iPhone in una chiavetta USB
– Permette di trasportare con sé tutti i propri file senza occupare spazio sui dispositivi
– Offre archiviazione e backup di foto, video e contatti

Contro

– L’applicazione deve essere migliorata

Design:
5 out of 5 stars (5,0 / 5)
Facilità-d'uso:
4 out of 5 stars (4,0 / 5)
Prestazioni:
3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)
Qualità/Prezzo:
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Average:
4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)

Prezzo al pubblico

Dodocool DA50 è in vendita su Amazon per 26,99 euro.

Dodocool DA50