Donald Trump si intesta la decisione di Apple di investire 350 miliardi in USA ed elogia Cook

Scoppia l'amore fra Trump e Apple. Il presidente USA ha lodato Apple per la sua intenzione di investire nell'economia statunitense ed elogia anche se stesso per la riforma fiscale che avrebbe spinto Cupertino alla decisione.

Trump/Apple

Cook è un uomo eccezionale. Parola di Donald Trump. Il presidente degli USA – che con Cook non ha in passato avuto un rapporto particolarmente caloroso –  ha avuto occasione di elogiare l’amministratore delegato parlando in pubblico a Pittsburgh specificamente per la decisione di Apple di investire 350 miliardi di dollari nell’arco dei prossimi cinque anni sul suolo americano.

Trump ha descritto i 350 miliardi che Apple intende rimpatriare al di fuori dei confini USA come “moltissimi” e ammesso che inizialmente pensava che Cook parlasse di milioni, non miliardi. “Non immaginavo nemmeno un investimento così grande in questa nazione da parte di una singola azienda”.

foxconn usa

Il Presidente ha ricordato al pubblico che in precedenza aveva detto di non ritenere i suoi sforzi socioeconomici un successo fino a quando Apple non avrebbe creato stabilimenti negli Stati Uniti. Per il momento Apple ha promesso la creazione di 20.000 nuovi posti di lavoro e la costruzione di un nuovo campus la cui location verrà annunciata in futuro.

Il discorso a Pittsburgh fa seguito a un tweet del Presidente nel quale ha scritto: “Fantastico vedere Apple proseguire fino in fondo come conseguenza delle riduzioni fiscali. Un’enorme vittoria per i lavoratori Americani e gli USA”.

Apple, ricordiamo ancora, ha previsto spese per capitale da oltre 30 miliardi di dollari in cinque anni e l’esborso di 38 miliardi di dollari come risultato della nuova riforma fiscale per quanto riguarda gli utili che rientrano dall’estero. Trump prima di Natale ha firmato la riforma fiscale dovrebbe portare investimenti, bonus ma anche all’aumento dei salari.